The Voice, spunta Suor Cristina, canta Alicia Keys e sorprende tutti. J-Ax la prende in braccio
TELEVISIONE
I coach pensavano di aver capito male, strabuzzavano gli occhi per incredulità e invece sul palco di The Voice c'era proprio Suor Cristina. Lo stupore era ben riposto: la concorrente del talent di Rai2 che cantava (anche molto bene) Alicia Keys era proprio una suore, con tanto di abito d'ordinanza e velo in testa. Dietro le quinte le sue sorelle a fare il tifo.

Se avessi trovato te a messa adesso sarei sempre in chiesa - scherza J-Ax - io e te siamo il diavolo e l'acqua santa, poi il leader degli Articolo 31 la prende anche in braccio per l'entusiasmo. Felicemente stupita anche Piero Pel: Ti chiami come la mia mamma, mi devo tirare un pizzico perch ancora non ci credo.

Raffaella Carr le chiede: Cosa penseranno in Vaticano?, Cristina ha la risposta pronta: Spero che adesso mi chiami Papa Francesco.

E intanto su Twitter la suora ha gi tantissimi fan, impazza l'hashtag #suorcristina.

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Messaggero.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

18 commenti presenti
1 2
per arvaro..........
almeno risponda in base a quello che ho scritto........ma sembra molto chiaro il suo pensiero. Torniamo al cilicio, ai dogmi, alle torture e alle suore tristi e fredde chiuse nei monasteri, Ma soprattutto continuiamo a batterci il petto in Chiesa e poi appena fuori a criticare tutto e tutti assumendo atteggiamenti da superuomini....complimenti
Commento inviato il 2014-03-20 alle 22:30:00 da francesco682
Premesso...
...che non seguo alcun tipo di reality, leggere che una suora ha preso parte a uno canoro non mi scandalizza affatto. Il peccato, semmai, risiederebbe nelle motivazioni che l'hanno spinta a farlo, qualora siano avidit, vanit e superbia. Se, invece, la TV - ancorch un reality - serve a far avvicinare la gente alla fede cristiana attraverso questi personaggi pi aperti, allora ben venga. D'altra parte mi sembra che anche il Papa stia dando una bella scossa al mondo ecclesiastico, aprendo ai gay e ai divorziati... Esibirsi in contesti pi seri? Quali, al di fuori della Chiesa? Mi pare che anche un certo Padre Cionfoli si esib a Sanremo. Il problema che se preti e suore innovativi continuano ad essere rinchiusi fra le mura ecclesiastiche, non dando voce alla ventata di modernit apportata da Papa Francesco, come fanno a farsi sentire anche dagli scettici? Io non sono un credente fervente, per penso che Ges Cristo non volesse una Chiesa triste e cupa (ha mai predicato il celibato per esempio?), diventata cos per colpa degli uomini e delle regole da loro imposte, ma proprio per questi motivi che tanti (come me) si sono allontanati...
Commento inviato il 2014-03-20 alle 17:29:00 da bahrein
alle 15:29 da francesco682
La vergogna non certamente quella di saper cantare o di aver una bella voce ma di partecipare a certi programmi demenziali che non hanno nulla a che fare con la musica (forse gli ignoranti li possono apprezzare) ma solo con l'immagine di una certa tv costruita in particolare da mediaset in questi vent'anni di buio e medioevo culturale del governo del condannato di Arcore, dove ha regnato appunto l'ignoranza, il successo facile, la cafonaggine. Suggerirei alla suora, se proprio vuole "donare" qualcosa, di studiare seriamente la musica e nel frattempo di togliersi dalla testa queste idee libertine che vanno contro i principi del cattolicesimo da lei totalmente abbracciato e sopratutto di scegliere se proprio vuole esibirsi contesti pi seri di questi programmi "lava cervello".
Commento inviato il 2014-03-20 alle 16:30:00 da arvaro
per thalia36
guardi che se la Chiesa si impoverita stato grazie ai dogmi, alla sua chiusura su tutto, all'Inquisizione, agli scandali e quant'altro. Adesso che Papa Francesco finalmente ha parole di calore e amore per tutti, adesso che dice che i gay non vanno giudicati, che non bisogna allontanare i divorziati dalla Chiesa, che le suore non devono essere fredde, acide e chiuse nei loro monasteri ma uscire all'aperto e evangelizzare con allegria, lei mi viene a dire che tutto questo un declino......mi faccia capire ma lei ha nostalgia del cilicio e delle penitenze? Guardi che Ges amava la vita e non era un personaggio triste....quindi ripeto, sorrida............
Commento inviato il 2014-03-20 alle 15:29:00 da francesco682
spiritualita' del futuro
Non ho visto il programma,non mi piacciono i reality e i talent show ma il problema non e' questo. Ci stupiamo di tutto,tutti sono autorizzati a fare tutto e se qualcuno e' fuori dal coro diventa inquisitore, censore e quant'altro. E' opportuno per una persona che ha scelto "liberamente" una vita altamente spirituale andare a cantare in un Talent? La pur brava suora/cantante spera di essere ricevuta dal Papa,cos'e' adesso il Papa e' diventato un trofeo? Io spero che il Papa la chiami per le belle cose che avra' fatto nel suo percorso di suora. Sia chiaro,anzi chiarissimo io non giudico per me puo' fare cio' che vuole,mi chiedo solo se e' opportuno.Ricordate padre Cionfoli? Debutto' a domenica in, ando' a sanremo,partecipo' a Solo grazie e Shalom, nel 2006 partecipo' a L'isola dei famosi. E' da giudicare? Assolutamente no!! Pero' piu' volte abbiamo visto come l'improvvisa notorieta' cambia le persone. Lo spunto di riflessione ce lo da' proprio J-Ax essere diavolo o acqua santa, parlo per me,io sono laico per me e' piu' facile,posso essere diavolo e poi acqua santa ( pagandone le conseguenze) non sono di esempio a nessuno. Lo stesso non puo' dirlo un appartenente al clero, o si serve DIO o Mammona
Commento inviato il 2014-03-20 alle 15:08:00 da molmax
@francesco682
Amico, io sorrido sempre, ma davanti a queste scene m'intristisco appunto perch Dio ha bisogno di cose differenti e non di suore provvisorie e fuori luogo. Ognuno al suo mestiere, si canta ai bambini, quando si porta il velo, come detto, in chiesa ma la TV riservata ad altre divagazioni, in luogo e mezzo pubblico poco adatto al clero, specialmente a quello che da lontano giunge con un supposto scopo per poi raggiungerne uno differente.Auguri a te e lei. Mi dispiace per la chiesa che si va impoverendo sempre di pi.
Commento inviato il 2014-03-20 alle 14:41:00 da thalia36
divina giustizia
In effeti e' un peccato, un'eccessiva credenza nelle proprie capacit e attrazione verso gli altri, le suore dovrebbero pregare, assistere i piu' bisognosi, e le cantanti devono fare le cantanti, adesso e' tranquilla, il Signore ci ha lasciati liberi, nella sua misericordia, ma ci ha lasciati anche dei comandamenti da mettere in pratica, quando un giorno ci troveremo davanti alla divina giustizia, dovremmo pagare fino all' ultimo spicciolo, loro che si sono consacrate, ancora di piu' PACE E BENE
Commento inviato il 2014-03-20 alle 14:13:00 da onelove71
formidabile
stavo guardando il programma ed appena arrivata Suor Cristina mi venuto un colpo, sembrava impossibile, poi sentire la sua voce e le sue parole e vedere la sua vitalit stata una grande emozione, mi unisco a J-Ax quanto ha detto che se da bambino avesse conosciuto una Suora cos sarebbe diventato Papa, i giovani hanno bisogno di queste persone che tengono viva la chiesa siamo ormai nel 2014. complimenti Suor Cristina.
Commento inviato il 2014-03-20 alle 13:50:00 da stravolta
commovente
la sua semplicit di donna,la sua felicit,la gioia che ha saputo trasmettere,questo e comunicare il bello del vangelo,Peccato che il sig.arvaro non ha saputo cogliere,e che thalia36,non e un buon cristiano,se commenta le cose belle che lo circonda,credo che critica tutto e tutti e un insodisfatto poverino
Commento inviato il 2014-03-20 alle 13:35:00 da trilussa3
1 2