Addio cinepanettone, De Laurentiis lancia Luca e Paolo: dal 2013 sul grande schermo
CINEMA
ROMA - Aurelio De Laurentiis è un fiume in piena per la presentazione del listino Filmauro. Annuncia l'accordo con la Universal per i servizi di "physical distribution", rilancia la produzione di film (25 titoli contro i 3 usuali) e mostra anche voglia di investire nel calcio internazionale, dopo l'esperienza con il Napoli. Ma la notizia che pi colpisce che muore il tradizionale cinepanettone. Quest'anno avr come titolo "Colpi di fulmine", con De Sica e Lillo e Greg. Ma dal 2013 al 2016 il Natale sar di Paolo e Luca.

"Colpi di fulmine" manterr la regia di Neri Parenti, ma sar un film diviso in due, o meglio due film in uno: il primo - spiega il produttore - vedr protagonisti Lillo e Greg nei panni di un ambasciatore presso la Santa Sede e del suo segretario che lo dovr rendere pi rozzo, pi "coatto" per riuscire a fargli conquistare una pescivendola romana; il secondo vedr il ritorno di Christian De Sica nei panni di uno psichiatra.

Luca e Paolo. Dal 2013 al 2016 i film di Natale di Filmauro saranno altrettante commedie romantiche interpretate da Luca e Paolo con i quali De Laurentiis ha firmato un contratto di esclusiva per 4 pellicole del periodo natalizio ma anche per un ulteriore film al di fuori delle settimane delle feste. Il primo dei titoli che vedr protagonista la coppia comica si intitoler "Ti fidi di me?", una commedia romantica sulla gelosia e sulle difficolt di coppia. Arriver anche il nuovo film di Carlo Verdone, il cui titolo provvisorio "Sei personaggi in cerca d'amore", di cui l'attore interpreter un solo episodio oltre a firmare la regia.

Veronesi. In cantiere anche il nuovo film scritto e diretto da Giovanni Veronesi, un film sull'oroscopo-mania, dal titolo "Che la luna sia con te" con 12 episodi, ognuno dedicato ad un segno zodiacale e con la regia ancora da definire, ed il remake de "Lo scopone scientifico". De Laurentiis ha inoltre deciso di produrre la sua prima serie tv: sei episodi da 100 minuti tratti da "Io uccido" il best seller di Giorgio Faletti per il quale il produttore aveva gi tentato pi volte di far realizzare una sceneggiatura per il cinema (Ci siamo resi conto che non un romanzo sintetizzabile nei tempi del cinema).

De Laurentiis. Dopo qualche anno in cui mi sono dedicato principalmente al calcio portando il Napoli tra i 15 club pi valutati al mondo, torno al mio primo grande amore: il cinema. In un momento di crisi, -sottolinea il produttore- invece di tirare i remi in barca, ho intenzione di produrre ancora di pi, perch chi si lascia abbattare dalle difficolt perduto.
 
IL NOTIZIOMETRO
PIU' LETTE PIU' COMMENTATE