Jeremy Irons, l'uomo che visse due volte:
«Contano solo le persone»
CINEMA
LOS ANGELES - Più che mai attuale di questi tempi, in cui grazie a Internet è diventato facile scopiazzare di tutto, il tema del plagio è al centro del film The Words, in uscita domani. E’ la storia di un manoscritto perso negli anni ’40 e ritrovato sessant’anni dopo da un giovane aspirante scrittore che lo spaccia per suo. Pagandone le conseguenze.
Scritto e diretto da Brian Klugman e Lee Sternthal, entrambi al debutto, The Words ha per protagonista Rory Jansen (Bradley Cooper, famoso grazie a Una notte da leoni). Jansen uno scrittore frustrato dai rifiuti delle case editrici. Un giorno la moglie Dora (Zoe Saldana), gli regala una vecchia borsa acquistata a Parigi. L Jansen trova il manoscritto. Quasi per gioco lo ricopia al computer, poi si fa prendere la mano, lo propone come suo. E finalmente riesce a farsi pubblicare. Il vero autore, ormai anziano, scopre per caso il libro (smarrito dalla moglie su un treno, come accadde a Hemingway, citato pi volte nel film) nella vetrina di una libreria e decide di affrontare Jansen. Il Vecchio Jeremy Irons, invecchiato per il ruolo di 25 anni.
Che effetto le fa vedersi cos?
Ho gi interpretato personaggi anziani e comunque come attore interpreti sempre qualcun altro. Non bado al mio aspetto, piuttosto mi focalizzo sul trucco, riesco sempre a notare qualche sbavatura.
Come si calato nel ruolo?
Ho osservato la gente per strada. Cercando di immedesimarmi in una persona che da giovane ha mandato tutto a rotoli: aveva una bella storia d’amore ed finita male, aveva scritto un ottimo libro e l’ha perso. Poi a 89 anni scopre che il libro scritto da giovane considerato un capolavoro, ma non vuole far sapere che suo perch la sua vita cambierebbe e lui non vuole. La sua rivincita dire al giovane: hai fatto la tua scelta, ora devi saper vivere con le sue conseguenze.
Dunque questo il messaggio del film?
Il messaggio per me che ci che fai nella vita ci che sei, e devi saper vivere con questa consapevolezza.
Lei uno degli attori pi apprezzati a Hollywood, ma non ne ha mai fatto veramente parte.
Hollywood per me sempre stata dominata da persone che vogliono solo fare molti soldi e non questo che mi ha attirato verso la carriera di attore. Mi ha sempre interessato raccontare storie. Mentre Hollywood ora tutta concentrata su imprese che portano soldi e richiedono enormi effetti speciali.
Anche per questo ha accettato la serie tv I Borgia?
Certi film sono diventati difficili da finanziare perch costano molto, per cui c’ sempre meno lavoro. Allo stesso tempo la qualit delle produzioni tv in America migliora sempre di pi. La televisione offre un pubblico enorme e il tuo lavoro visto da molte pi persone che al cinema. Una volta era frustrante: magari facevi un lavoro importante e poi la gente guardava la soap. Ora ognuno guarda quello che vuole quando vuole, ed diventato naturale spostarsi verso la televisione.
Quali sono i film di cui pi orgoglioso?
Lolita, ma anche altri... anche se non sono mai veramente soddisfatto. Sto riguardando film che ho fatto 20-25 anni fa e che non vedevo da allora. L’altra sera ho rivisto Waterland e sono rimasto impressionato, un film carico di emozioni, che non ricordo di avere provato a quel tempo. O Mission, un ottimo film che ho rivisto tre anni fa, e quasi non mi riconoscevo. Pensavo chi quel ragazzo? Mi sembrava di vedere mio figlio.
Cosa la rende felice?
E’ difficile da spiegare, ho la fortuna di fare tante cose diverse, ma pi divento vecchio pi mi rendo conto che i momenti pi felici per me sono quelli di pace, quando sono in barca a vela o sorvolo una montagna in deltaplano.
Ha mai perso qualcosa che era molto importante per lei?
Non come accade in The Words. Ho perso cose a cui ho continuato a pensare per anni, domandandomi dove potessero essere finite. Ma pi vado avanti con l’et pi mi rendo conto che gli oggetti non hanno alcuna importanza; le persone s.




PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Messaggero.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
 
IL NOTIZIOMETRO
PIU' LETTE PIU' COMMENTATE