Love Actually torna, il film cult avrà un sequel
L'amore è nell'aria: in caso San Valentino non vi fosse bastato a completare l'opera arriva anche un sequel di Love Actually. Il secondo capitolo del film che ha fatto piangere i più si farà e la buona notizia è che ci saranno quasi tutti i protagonisti della prima parte. Niente facili entusiasmi, però: si tratterà solo di un cortometraggio in occasione del Red Nose Day, giornata benefica organizzata dall'associazione britannica Comic Relief, che da anni si prodiga per aiutare i bimbi meno fortunati.
 
 


Il titolo, «Red Nose Day actually», magari lascerà un po' a desiderare, ma i beninformati assicurano 10 minuti di puro amore e tenerezza come non se ne vedevano dal 2003. Ci saranno Andrew Lincoln e Keira Knightley, speriamo cartello-muniti, l'ex (immaginiamo, viste le dinamiche politiche) primo ministro Hugh Grant, il romanziere interpretato da Colin Firth e consorte. Ma torneranno anche Bill Nighy, Liam Neeson e Rowan Atkinson. Grande assente Alan Rickman, compianto attore che intepretava il marito fedifrago di Emma Thompson, la quale, invece, per ora tace. Comunque, basterebbe il pensiero di rivedere Hugh Grant scatenarsi sulle note di "Jump for my love" a non rendere l'attesa vana. 

 
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI e CULTURA