ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Alba Parietti: «Chiesi un favore a un politico, lui mi disse “Ho voglia della tua bocca”»

Alba Parietti

Nuovo appuntamento con "La confessione" format realizzato da Loft Produzioni per Discovery Italia, in cui Peter Gomez intervista personaggi discussi della politica, dell’imprenditoria, dello spettacolo e dello sport che hanno fatto della trasgressione una delle cifre della loro vita. Venerdì 17 novembre alle 22:45 su NOVE (tasto 9 del telecomando) a raccontarsi è Alba Parietti, preceduta dalla confessione di Vittorio Sgarbi.
Alba Parietti dice di sé: «Sono, come dice Sgarbi, un monumento nazionale... Anche se ormai ritengo poco visitato».

A proposito delle avances subite da un politico di destra racconta: «Non ho mai chiesto favori, nemmeno ad amici potenti. Mio padre diceva “quando ti sei venduto, ti sei venduto per sempre”. Mi sono trovata in una situazione molto complicata quando la mia carriera era già molto avanti ed ero già affermata. Un direttore di una rete pubblica decide che, senza un motivo, io non devo più lavorare. Un amico, nonostante non avessi mai chiesto nulla in vita mia, mi parla di un politico di destra – non è Berlusconi che sia ben chiaro – che all’epoca andava per la maggiore e aveva un enorme potere. Io lo incontro dicendogli che ero innanzitutto molto mortificata dal dover chiedere proprio a lui un incontro con questo direttore, che speravo di poter avere un chiarimento e che per me il lavoro era la mia vita, la mia identità.  E questo signore, dopo tutti questi bellissimi discorsi, la prima cosa che fa è mandarmi dei messaggi privati con dei toni assolutamente imbarazzanti. Mi comincia a corteggiare, mi chiamava principessa. A questo punto questo signore si allarga e mi manda un messaggio più imbarazzante degli altri, mi dice “ho voglia della tua bocca”. A questo punto esplodo e gli dico “senti, lo capisci che dicendo questo tu mi metti in una situazione mortificante? Lui risponde “figurati principessa, vorrà dire che mi presenterai una tua amica”.

 







 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 19-11-2017 09:58

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini
Video

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

  • Morgan: «Fabrizio De André un manuale d’istruzione contro l’ipocrisia»

    Morgan: «Fabrizio De André un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2017-11-17 17:54:21
Il tizio ci ha provato. La Pairetti non ci è stata perché non era di suo gradimento. Il tizio ha smesso. Fine.
2017-11-17 18:21:07
In che senso ?
2017-11-17 18:53:50
nuova moda chi non è stata strupata,questo è scoop
2017-11-17 19:46:15
Credo sia noto a tutti che ci siano questi tipi di comportamenti nelle più svariate attività, giusto? Adesso stiamo solo dando un nome, continuamente, a chi potrebbe essere stato coinvolto. E' come sapere che è sempre esistita, esiste ed esisterà l'uva e da un giorno all'altro cominciamo a dare un nome ad ogni chicco. Se ci sono delle responsabilità fate fare il corso alla magistratura, per me questa non è altro che una spiacevole pagina della stampa mondiale, interessata esclusivamente alla fuffa, al nulla e alla gogna mediatica... che tristezza!
2017-11-17 20:20:32
Premesso che certi soggetti dovrebbero vergognarsi per l'abuso della propria posizione ho l'impressione che ci sia una corsa a dire: "È successo anche a me" come se non comparire tra le molestate stia ad indicare una scarsa avvenenza...

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA