ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Verdone: «Molestie? Lascino in pace Zeffirelli. Ora nel cinema sono tutti terrorizzati»

Carlo Verdone e Ileana Pastorelli in Benedetta follia

«Pure Zeffirelli hanno accusato? Ma poveretto, ma lo lascino in pace, sta pure poco bene. Sono indignato, basta, mi pare che stiamo esagerando. A me queste denunce che arrivano dopo 25 anni non mi quadrano più. Ti hanno molestato? Vai subito dai carabinieri, non aspetti 25 anni, a scoppio ritardato, per andare in una trasmissione televisiva. Il cinema è fatto anche di brave persone, non è tutto un puttanaio». Così ha sbottato Carlo Verdone, a Firenze, durante la presentazione del suo ultimo film, Benedetta follia, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano dell'accusa di molestie nei confronti del regista fiorentino dall'attore Johnathon Schaech.

Schaech, sui media internazionali aveva parlato di molestie ricevute da Zeffirelli nel periodo in cui girava
Storia di una capinera nel 1993. Le sue accuse ieri sono state smentite dal figlio del regista, Pippo. «Quanto tempo è passato? - ha proseguito Verdone - 25 anni? E dopo 25 anni uno si ricorda che magari Zeffirelli gli avrà fatto così...», ha aggiunto il regista e attore romano, mimando il gesto di una carezza.

Nel cinema, ha insistito Verdone, «ora è pieno di gente terrorizzata, Oddio domani esce il nome mio, Oddio domani esce il nome mio"... Basta: i processi non si fanno nelle trasmissioni, si fanno nei tribunali, le denunce si fanno in questura e nelle stazioni dei carabinieri. Abbiamo santificato Pasolini, porca miseria; oggi invece c'è una caccia a tutto. Perdere un attore come Spacey è una perdita colossale. E lui l'ha già pagata, l'hanno rimosso all'improvviso da un film e non solo. Ma in America sono così: entri in un posto con il mitra e va bene, metti una mano lì e saltano tutti su».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-01-2018 08:38

Maneskin, Ilenia Pastorelli "corteggia" Damiano: «Che je posso da' un bacetto?»
Video

Maneskin, Ilenia Pastorelli "corteggia" Damiano: «Che je posso da' un bacetto?»

  • "L'ora più buia", il film su Churchill arriva nelle sale: la clip esclusiva

    "L'ora più buia", il...

  • Arisa e il vero motivo della sua trasformazione: «Non seguirmi più se non ti piace»

    Arisa e il vero motivo della sua...

  • Golden Globe, l'ovazione delle star per Ophrah Winfrey

    Golden Globe, l'ovazione delle star per...

  • Tre anni senza Pino Daniele: un cofanetto speciale per ricordarlo

    Tre anni senza Pino Daniele: un cofanetto...

  • X Factor 11, Licitra emozionato: «Dedico la mia vittoria a Zampaglione e a mio nonno»

    X Factor 11, Licitra emozionato:...

  • Ferzan Ozpetek e la visita al Messaggero

    Ferzan Ozpetek e la visita al Messaggero

  • Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

    Lacrime ed emozione alla camera ardente di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2018-01-12 20:30:00
lunga meditazione......
2018-01-12 20:32:13
Parole sacrosante quelle di Verdone
2018-01-12 20:51:50
Una cosa è un approccio educato, con ritiro in caso di eventuale rifiuto. Una cosa è una molestia. Per le molestie ci sono i tribunali e speriamo il buon gusto dei produttori e addetti ai lavori nell'allontanare certi personaggi.
2018-01-12 22:09:28
Nessuno è mai andato dai carabinieri perché un altro gli ha messo la mano sul pisello, però se ciò è accaduto, è accaduto e basta!
2018-01-12 22:26:52
Ha perfettamente ragione Carlo, questi lo fanno solo perché oramai sono stati dimenticati e vogliono avere un po' di pubblicità gratuita.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA