ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Tiziano, il “Santa Margherita” in cerca di record: il 1 febbraio all'asta a New York

Il dipinto Santa Margherita di Tiziano

Un capolavoro di Tiziano Vecellio (1488-1576), realizzato con la sua bottega, sarà la star dell'asta dei maestri dell'arte antica di Sotheby's a New York giovedì 1 febbraio. La stima, prudente, è di 2/3 milioni di dollari. Si tratta dell'olio su tela dal titolo «Santa Margherita». L'opera proviene dalla collezione reale inglese di re Carlo I (1600-1649) e fu esposta per lungo tempo a Whitehall Palace a Londra, prima di passare in varie collezioni private e infine nelle mani degli attuali proprietari europei. Ha fatto parte della stessa raccolta in cui inizialmente figurava il «Salvator Mundi» di Leonardo da Vinci, decretato da poco come il quadro più caro del mondo. La tela è proposta in asta in perfetta sintonia con l'inaugurazione della mostra «Charles I: King and Collector (27 gennaio - 15 aprile 2018) che si terrà presso la Royal Academy of Art di Londra e che si propone di riunire i dipinti della collezione del re che furono dispersi dopo la sua esecuzione.
  
La «Santa Margherita» era custodita nelle Privy Lodging Rooms di Whitehall Palace - una serie di appartamenti privati - dove Carlo I conservava i suoi quadri più preziosi. Secondo gli inventari e le annotazioni del 1639, la «Santa Margherita» è elencata come appesa nella First Privy Lodging Room, l'appartamento più sontuoso, dove era esposto accanto agli altri capolavori di Tiziano: «Jacopo Pesaro davanti a San Pietro» (oggi al Koninklijk Museum voor Schone Kunsten di Anversa), «Venere con organista» e «Alfonso d'Avalos arringa le truppe» (entrambi oggi al Prado, Madrid) e altre tre opere attualmente esposte al Louvre di Parigi. Subito dopo l'esecuzione del re nel 1649, il Parlamento inglese decise di vendere la sua grande collezione del sovrano sia per raccogliere fondi per la nazione, sia per pagare debiti del re stesso. 

Durante il suo regno, Carlo I si impegnò strenuamente per costituire una collezione d'arte a livello delle case regnanti europee. Nato in una famiglia con profondi legami con l'arte, Carlo I fu appassionato di storia dell'arte e viaggiò in Europa per acquisire opere dei grandi artisti, tra cui Leonardo da Vinci, Raffaello e Correggio. Alexander Bell, co-presidente del Dipartimento di Dipinti Antichi di Sotheby's, ha commentato: «Gli inventari e le valutazioni della collezione di Carlo I compilata nel 1649 sono documenti unici che forniscono affascinanti indicazioni sul valore relativo delle opere all'epoca». Gli inventari registrano, infatti, per Tiziano: la «Santa Margherita» con una cifra pari a 100 sterline; la «Venere con organista» (Prado, Madrid) a 150 sterline e l'«Allegoria di Alfonso d'Avalos» (al Louvre di Parigi) a 250 sterline. Ma la stragrande maggioranza delle opere nella leggendaria collezione, tra cui l'ormai famoso «Salvator Mundi» attribuito a Leonardo Da Vinci (il quadro più caro del mondo, venduto a 450,3 milioni di dollari nel novembre scorso) erano stimati attorno a 30 sterline. I quadri più celebri della collezione del re erano la «Madonna della Perla» di Raffaello (al Prado di Madrid), registrata a 2.000 sterline, e «Giove e Antiope» di Correggio (al Louvre di Parigi), registrato a 1.000 sterline. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 28 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 30-01-2018 10:09

Anna Mazzamauro a "La Confessione" sul Nove: non è stato Brignano a strattonarmi bensì...
Video

Anna Mazzamauro a "La Confessione" sul Nove: non è stato Brignano a strattonarmi bensì...

  • Alessandro Preziosi nei panni di Van Gogh: «Il ruolo dell'artista? Migliorare la vita delle persone»

    Alessandro Preziosi nei panni di Van Gogh:...

  • Enrico Montesano: «Basta cinismo, serve più amore. Anche per Roma»

    Enrico Montesano: «Basta cinismo,...

  • Domus Aurea, oro, porpora e gemme: risplende la sala di Achille

    Domus Aurea, oro, porpora e gemme: risplende...

  • Max Giusti torna a teatro con uno show sui tempi moderni: «E intanto sogno Sanremo»

    Max Giusti torna a teatro con uno show sui...

  • Gerry Scotty e il finto "milionario" da Cattelan: lo scherzo a un telespettatore

    Gerry Scotty e il finto...

  • Festival Sanremo, lacrime di commozione per Hunziker dopo complimenti di Baglioni

    Festival Sanremo, lacrime di commozione per...

  • L'addio di Elio, da Sanremo al musical Spamalot: «Ma in pensione mai»

    L'addio di Elio, da Sanremo al musical...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA