ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Cristina D'Avena al GayVillage: «Il pubblico mi segue perché con me ritorna bambino»

Cristina D'Avena

E’ la regina indiscussa, da tre decenni, dei cartoni animati. La sua voce ha accompagnato generazioni intere, che, la scorsa notte, si sono date appuntamento al GayVillage per una notte dal sapore revival. Cristina D’Avena ospite per la prima volta della kermesse arcobaleno al Parco del Ninfeo, incanta le migliaia di persone che hanno ballato sulle note dei suoi più grandi successi: “Mila e Shiro”, “Pollon”, “Dragon Ball”, e tanti altri brani rimasti nella memoria di un pubblico eterogeneo. Etero e gay, famiglie e ragazzi, la forza di Cristina D’Avena è proprio questa: saperli unire tutti, nel nome del divertimento.
 



«Amo il mio pubblico: i bimbi, le famiglie, i nonni e le nonne, e i gay, che sono persone che mi seguono in una maniera incredibile. Ho tanti collaboratori gay, che mi riempiono d’amore. Per me è importante l’amore che mi danno e che io do loro». Il motivo di questo successo? «Penso che i cartoni animati, proprio perché non hanno età e non seguono mode, accomunino tutti - racconta la D’Avena, che ha debuttato su un palco all'età di tre anni e mezzo, allo Zecchino D'Oro - Sono talmente magici che tutte le generazioni, bambini e adulti, possono cantare le loro sigle. E tornando bambini le intonano e si emozionano: ecco, è questo l'obiettivo dei miei live”.

Più di venti i pezzi intonati dalla cantante, raggiante nel suo luminoso abito decorato da girasoli: tra una “Lady Oscar” e una nostalgica “Kiss Me Licia”, c'è anche tempo di omaggiare tutti gli innamorati con l'immortale “Piccoli Problemi di Cuore”, vero e proprio momento d'amore da cui è scaturito un bacio generale.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 18 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:05

X Factor 11, Licitra emozionato: «Dedico la mia vittoria a Zampaglione e a mio nonno»
Video

X Factor 11, Licitra emozionato: «Dedico la mia vittoria a Zampaglione e a mio nonno»

  • Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

    Lacrime ed emozione alla camera ardente di...

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-06-18 21:11:46
non sono omofobo, ma non sopporto tiziano ferro che ad ogni intervista ribadisce che vuole essere padre. è la cosa più semplice: accoppiarsi con una donna, diversamente credo sia impossibile avere un figlio naturale. sarò criticato e avrò pollici verso ma è una considerazione lapalissiana

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA