ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, in scena al Centrale Preneste il reading "Terroni" di Giancarlo De Cataldo

Roma, in scena al Centrale Preneste il reading "Terroni" di Giancarlo De Cataldo

Al Centrale Preneste in scena, l'11 novembre alle ore 21 in prima assoluta, il reading "Terroni" scritto e interpretato dallo scrittore Giancarlo De Cataldo, accompagnato dalle musiche scritte ed eseguite dal vivo da Gabriele Coen al sax, clarinetto e flauto. Tratto dal libro omonimo pubblicato per la prima volta nel 1995 e successivamente ripubblicato nel 2006, come spiega lo stesso De Cataldo lo spettacolo Terroni "racconta il mio rapporto col Sud, in particolare con la Puglia, la città di Taranto e il Salento, attraverso brevi quadri nei quali vengono descritte situazioni e personaggi, evocati passaggi storici, seminati lampi di vario genere sulla condizione meridionale. Il tono è fra l’ironico e l’appassionato, come si conviene a un terrone critico quale io sono” .


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 13-11-2016 12:34

Paolo Bonolis sbarca su Instagram, ecco cosa fa la moglie
Video

Paolo Bonolis sbarca su Instagram, ecco cosa fa la moglie

  • Charles Aznavour, da tutto il mondo per lo chansonnier senza età

    Charles Aznavour, da tutto il mondo per lo...

  • Pierdavide Carone torna con il quarto album

    Pierdavide Carone torna con il quarto album

  • Paolo Villaggio, Montesano: «Ce ne vorrebbero di uomini come lui»

    Paolo Villaggio, Montesano: «Ce ne...

  • Pavarotti, Nicoletta Mantovani: racconteremo la sua anima

    Pavarotti, Nicoletta Mantovani: racconteremo...

  • LA MUMMIA con Tom Cruise – Secondo trailer italiano ufficiale

    LA MUMMIA con Tom Cruise – Secondo...

  • "Lei non è un uomo...è una merdaccia": il ragionier Fantozzi e la signorina Silvani

    "Lei non è un uomo...è...

  • E’ morto a Roma l’attore Paolo Villaggio

    E’ morto a Roma l’attore Paolo...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA