ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

L'inutile polemica sul manifesto di Cannes

Il Festival di Cannes, l’evento mediatico più importante del mondo dopo le Olimpiadi, si avvicina pronto a festeggiare, dal 17 al 28 maggio, la 70ma edizione. E nell’attesa tutto fa notizia, tutto surriscalda gli animi, tutto fa polemica. Perfino il manifesto: una fiammeggiante Claudia Cardinale ripresa al culmine della carriera e della bellezza, negli anni Sessanta, mentre balla sui tetti di Roma. Un’immagine che esprime energia, sex appeal, gioia di vivere e, cosa non da poco, rende omaggio al cinema italiano.
Eppure, questo manifesto, tra i più indovinati degli ultimi anni, ha scatenato una bufera sui social. Perché? Perché il grafico che ha elaborato la foto si è permesso di operare qualche inoffensivo ritocco sfinando la già esile silhouette della Cardinale.  Il cambiamento, a dire la verità, non è nemmeno visibile a occhio nudo. Ma apriti cielo! Leso femminismo, offesa alle donne, insulto all’umanità: sul web si è letto di tutto. E la tempesta in un bicchiere d’acqua si è placata solo quando la stessa Cardinale ha assolto con formula piena il responsabile del “fattaccio”: “Non mi sento affatto offesa da quei piccoli ritocchi”, ha detto la diva, “servivano ad alleggerire l’immagine che ora è ancora più bella”.
La polemica è frutto del moralismo più ottuso che si serve del web per esasperare  il confronto e azzerare il dialogo. In nome del “politicamente corretto” si perde spesso di vista la realtà, il senso delle proporzioni, i veri contenuti, la misura. Così una caviglia di Claudia ritoccata al photoshop diventa il casus belli capace di oscurare l’importanza del Festival di Cannes,  la curiosità di scoprire i suoi film, il senso stesso del cinema. Ma solo per un momento, per fortuna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 5 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:58

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 40 commenti presenti
2017-04-05 12:10:34
Pienamente d'accordo sulla vacuità di questa polemica; veramente ridicola. Il solito saluto a tutti; vi dico anche che avevo scritto un post sul precedente articolo....post ovviamente non pubblicato, in cui vi avvisavo di aver avuto un nuovo contatto con il Desario che mi ha ribadito il fatto che il blog è perfettamente funzionante. Quindi...sappiatelo e datevi una svegliata! Siamo noi che non ce ne accorgiamo ma il blog è attivissimo, pubblicazioni a decine e decine ogni giorno, la Gloria che ci..dirige e così via! Chissà se faccio in tempo ad augurarvi buona Pasqua!
2017-04-06 07:54:35
Un saluto sincero a tutt che idre del manifesto? penso che ci sia una furbata sceno-grafica non capita dai contestatori.. probabilmente il grafico ideatore ha puntato proprio sulla protesta che avrebbe provocato la sua taglia 38 in un occidente alle prese con l'anoressia... sono anhe certo che gli occhi dei contestatori saranno stati ben pilotati dall'enturage dei mecenati del grafic designer, insomma na delle trovate alla "oliviertoscanata"
2017-04-09 10:36:40
a glo',ma latiti pure nel pubblicare i post di 4 gatti? e pensare che ti amavamo alla follia. smack!
2017-04-09 14:04:09
Caro "pollice verso", perché non ti fai coraggio e mi scrivi semplicemente quello che hai da dire in contrario? Sarebbe...un pochino più corretto, no?
2017-04-10 09:58:15
dopo la ex nonna cardinale riveduta e corretta , vogliamo anche assia noris o tina pica......rigorosamente nude. vabbe',almeno una caviglia esposta. e nonna campa.