ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Callas, all'asta una raccolta di suoi biglietti, lettere e dischi

Maria Callas

Una raccolta di biglietti, lettere e dischi di Maria Callas (1923-1977) sarà battuta all'asta da Bolaffi a Milano giovedì 22 giugno durante una vendita dedicata ai libri rari e agli autografi. In particolare nella collezione spiccano una serie di lettere della Callas a Paolo Barbieri. Nel 1957, grazie ad una semplice lettera di complimenti, nacque una complicità molto stretta con la «Divina», che fece di Barbieri il proprio confidente e consigliere. La loro amicizia (che fu sempre più forte anche negli anni del declino) si protrasse fino al 1977, anno della morte della celebre cantante lirica.

Con una lettera datata 22 gennaio 1961, al «gentile amico Paolo» chiedeva scusa: «Sono imperdonabile per non averla scritta prima questa lettera di ringraziamentò».
Compare anche una celebre testimonianza sul film «Medea» di Pier Paolo Pasolini che segnò la rinascita di Callas dopo la depressione nella quale era caduta dopo il matrimonio di Onassis con la vedova Kennedy.
In data 18 agosto 1969 scriveva: «'Finalmente eccomi un pò tranquilla a Parigi e le scrivo due righe di saluto affettuoso. Sto bene e sono contenta del mio lavoro nel film. La mia collaborazione con Pasolini era molto bella. È un uomo che lavora nella maniera che mi si addice. Abbiamo finito presto e bene, adesso la sta montando. Dopo farò il doppiaggio e penso verso dicembre verrà fuori». 
Tra i cimeli della leggendaria soprano un telegramma di auguri e ringraziamenti di Callas a Paolo Barbieri e una lettera dattiloscritta firmata da Teresa D'Addato, segretaria della cantante lirica.

Sarà battuta all'asta anche una pellicola 16 millimetri entro la tipica scatola d'alluminio, contenente copia di una trasmissione della televisione francese a cura di Bernard Gavoty intitolata «Les grands interpretes» del 1965. Nel film si vede Callas che interpreta alcune arie d'opera con l'Orchestra Nazionale francese sotto la direzione di
Georges Pretre e che risponde alle domande del conduttore.

Tra le lettere, una pagina dattiloscritta firmata, datata 29 ottobre 1970, in rispoosta ad un invito di Barbieri: «Quanto mi è spiaciuto non venire da voi, ma mi sono trovata così bene in quell'isola greca, in riposo e tranquillità assoluta! Sarà per un'altra volta, se mi vorrete».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 18 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 19-06-2017 00:08

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno
Video

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno

  • Floris: a dimartedì la satira di Gene Gnocchi, ci occuperemo anche di sport

    Floris: a dimartedì la satira di Gene...

  • Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde Garko con Raoul Bova

    Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde...

  • L'ex velina Alessia Reato: «Tornerò in tv con un ruolo inedito. Intanto Mikaela goditi Striscia la notizia»

    L'ex velina Alessia Reato:...

  • Abel Ferrara, regista: «Roma non sarà mai come Londra, o Parigi»

    Abel Ferrara, regista: «Roma non...

  • Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai della Prova del cuoco: la prima puntata ha rischiato di saltare

    Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai...

  • Valeria Golino nei panni di una non vedente: «Così ho imparato a recitare senza usare gli occhi»

    Valeria Golino nei panni di una non vedente:...

  • Torna Tale e quale show, Carlo Conti: «Sanremo? Meglio fermarsi un attimo»

    Torna Tale e quale show, Carlo Conti:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA