ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Sventarono attentato in Francia: i tre eroi del treno Thalys protagonisti nel prossimo film di Clint Eastwood

I tre eroi del treno Thalys con Barack Obama

Sono stati eroi nella realtà e, a breve, lo diventeranno anche nella finzione cinematografica: Anthony Sadler, Alek Skarlatos e Spencer Stone, i tre cittadini americani che il 21 agosto del 2015 sventarono un attacco terroristico sul treno Thalys, interpreteranno sé stessi nel prossimo film di Clint Eastwood. “The 15:17 to Paris”, questo il nome della pellicola, racconterà quel gesto eroico e, a partire dall’infanzia, l’intera vita dei tre ragazzi, due militari e uno studente assurti ormai alla fama internazionale.

Basato sull’omonimo libro scritto dai tre protagonisti della vicenda e prodotto da Eastwood insieme a Tim Moore, Kristina Rivera e Jessica Meier - della distribuzione si occuperanno invece Warner Bros. e Village Roadshow Pictures - The 15:17 to Paris si avvarrà anche dei contributi recitativi di Jenna Fischer, Judy Greer, Ray Corasani, Paul-Mikel Williams, Max Ivutin, Bryce Gheisa, Cole Eichenberger e William Jennings.

Conclusosi fortunatamente con un bilancio di soli quattro feriti, l'attacco di matrice islamica sul treno Thalys fu sferrato mentre il mezzo, che trasportava 554 passeggeri, tra cui anche Sadler e soci, stava lasciando Oignies, piccolo comune nel nord della Francia. L'assalto, progettato dal ventiseienne di origini marocchine Ayoub El Khazzani, venne scongiurato dai tre eroi, che riuscirono a disarmare l’attentatore, grazie anche a un colpo di fortuna: il fucile di El Khazzani, come riferito da Skarlatos, premiato successivamente allo stesso modo di Sadler e di Stone con la Legion d’onore, la massima onorificenza della Repubblica francese, infatti si inceppò.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 13 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:01

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini
Video

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

  • Morgan: «Fabrizio De André un manuale d’istruzione contro l’ipocrisia»

    Morgan: «Fabrizio De André un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-07-13 18:04:51
Ci sono piu' eroi che sono cittadini Americani, che di qualsiasi altra nazione al mondo.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA