ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Tornatore difeso dalle sue attrici: «É un signore, accuse improbabili»

Tornatore difeso dalle sue attrici:
«É un signore, accuse improbabili»

Il gioco al massacro è appena cominciato. Circolano nomi di peso, si annunciano notizie-bomba in tv, si specula nei salotti sulle prossime ”rivelazioni” mentre il web fa da cassa di risonanza ad accuse tardive, molto spesso sospette (cosa non si fa per avere un po’ di visibilità...) e quasi sempre indimostrabili. E’ la deriva italiana del caso Weinstein: la ricerca dell’orco, cioè del regista di fama abituato ad approfittare di innocenti fanciulle in cerca di un posto al sole davanti alla...


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 5 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 06-11-2017 12:24

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini
Video

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

  • Morgan: «Fabrizio De André un manuale d’istruzione contro l’ipocrisia»

    Morgan: «Fabrizio De André un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2017-11-05 14:04:15
Questa memoria a scoppio ritardato, che sa tanto di frottole, è messa in azione solo per riavere un po' di notorietà perduta o per far parlare di se, quando si è in declino e si viene lasciati fuori dal giro. Una ragazza/donna che subisse uno stupro, non aspetterebbe dieci o venti anni per farlo sapere al mondo. Denuncerebbe immediatamente il fatto, chiedendo giustizia. Se non lo hanno fatto al momento del fatto, significa che a loro andava bene così. Sapete, ...... la carriera .....
2017-11-05 14:37:30
L'attricetta in questione ,cerca alla disperata, di crearsi uno spazio di notorietà.....dovrebbe fare invece una cura per la memoria ...visto che le è tornata dopo venti anni !!
2017-11-05 14:37:38
Non e` chiaro il motivo per il quale questi sarebbero colpevoli, mentre chi, spesso senza possedere alcun talento ha usato il proprio corpo per fare carriera, sarebbe innocente. Mi sembra che in questa storia si siano usati a vicenda. Registi e produttori per fare sesso, e le cosiddette vittime per fare strada. La stragrande maggioranza di queste povere sante non e` stata costretta con la forza, e spesso, come nel caso di Asia Argento, sono andate col presunto stupratore piu di una volta. Ci si dimentica che in molti casi , e ne ho esperienza personale, alcune donne pur di far carriera, si offrono spontaneamente al personaggio di potere. Capisco e condivido che chi ne trae vantaggio sicuramante non mostra di possedere un alto livello di etica e moralita, ma quando c'e` consenso, stupro certamente non e.` Detto questo certamente esistono casi di prevaricazione e violenza, e le molestie sessuali sono una realta. Ma proprio perche esistono casi reali, queste presunte vittime farebbero meglio a rimanere in silenzio cosi da non sminuire la posizione di chi la violenza l'ha subita veramente.
2017-11-06 09:36:54
Vero e condivido in parte quel che dice gionni, ma quelle talmente ciniche e senza scrupoli da "starci" e/o offrirsi spontaneamente io non le considero neppure: sono sempre esistite e non mi pare siano loro a far le vittime. Si sta mischiando il giudizio moralistico o etico su chi scende a compromessi in cambio di carriera (e rimangono fatti suoi) con chi in qualche modo ha dovuto subire e rinunciare alla carriera. Mi pare ci sia una bella differenza. Francamente quelli del "perchè non l'hanno detto subito" cominciano a stancarmi. Intanto vorrei vederli tutti questi pionieri della legalità pronti a segnalare ogni ingiustizia anche nel proprio ambito lavorativo e a difendere i più deboli -- che se così fosse già il mondo andrebbe in tutta un'altra maniera e invece ci pensa la realtà a dar dimostrazione del contrario -- ma per i più che proprio hanno uno scarso spirito di immedesimazione glielo spiego io perchè non l'hanno detto subito: si dà il caso che quando capisci che il mondo gira in una certa maniera (perchè "si sa" no? lo dicono loro stessi per primi), specie 'quel' mondo... in cui la posta in gioco è alta, e tu sei una NESSUNO qualunque per poterti ribellare e permetterti il lusso di cambiarlo (cosa che non riesce neanche ai "pionieri" del giudizio facile o sbaglio... -- non riesce a NESSUNO, per l'esattezza, che almeno l'unico punto su cui saremo tutti d'accordo è che si può migliorare se stessi ma il mondo non si cambia -- stai a vedere che ci doveva riuscire "Miriana"), a quel punto non puoi fare altro che andartene via a testa bassa, pur riconoscendo di non essere Greta Garbo, e capendo che o sviluppi un talento tale che prima o poi non può non uscir fuori o la strada purtroppo è un'altra... e chi non vi è portata non può che prenderne atto e rinunciare -- che è ciò che stanno dicendo, "ME NE SONO ANDATA", ma chissà perchè è un 'dettaglio' che continua a sfuggire. Di certo sono delle poverine di 20-25 anni che cercano di realizzare un sogno ma non sono nè don chisciotte nè giovanna d'arco, tanto più che non ne vedo in giro nemmeno tra i benpensanti... e secondo qualcuno avrebbero dovuto invece addirittura ribaltare i potenti di Hollywood?! facile, che ce vuò? allora anche le commesse, le bariste, le segretarie, gli operai, gli impiegati in genere, qualora siano sottopagati perchè non "ribaltano il tavolo"? che ci vuole? così non portano a casa neppure quei 700 euro al mese ma tanto sono tutti votati al martirio immagino. Per me da tutte le vicende squallide di cui ormai è pieno il mondo si dovrebbe evincere una cosa sola: ad avere tutti più rispetto... e più immedesimazione, camminando in punta di piedi l'uno con l'altro anzichè alla prima occasione andare di prevaricazioni e sgomitate e pure con la pretesa di giudicare.
2017-11-09 10:47:36
allora innanzitutto non ce un tempo per denunciare una violenza o molestia, poi le attrici o showgirl di poca visibilità sono rimaste al palo proprio perche' non sono scese a compromessi con i potenti dello spettacolo, infine come fai a provare una molestia se quando succedono mica lo fanno in presenza di testimoni.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA