ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Rosy Abate, nella fiction spunta un numero di telefono (vero): «E' di mio marito e ci hanno minacciato di morte»

Rosy Abate, nella fiction spunta un numero di telefono: Non era inventato, è di mio marito e ci hanno minacciato di morte

Telefonate anonime e minacce di morte. Questo è quello che una coppia di Domodossola ha subito dopo la prima puntata della fiction andata in onda su Canale 5 "Rosy Abate" che racconta la storia di una donna di mafia che prova a rifarsi una vita lontano dalla Sicilia.

In una scena della fiction un criminale lascia un biglietto alla protagonista con un numero di telefono, peccato però che non fosse inventato ma appartenesse a un trentenne. «Quel numero esiste ed è di mio marito» spiega la signora di Domodossola a La Stampa, «Da ieri sera persone sconosciute ci stanno tempestando di telefonate, fino alle 4 di notte e di nuovo stamattina, per chiederci se siamo parenti di Rosy Abate, qualcuno ci dà dei mafiosi e c’è chi ci ha perfino minacciato». La coppia inizialmente ha pensato si trattasse di uno scherzo, ma poi ha capito che non era così e che la realtà aveva superato la fantasia. 

A telefonare ai due, tra i vari, è stato uno spettatore della Basilicata, convinto che intestatario del numero fosse Rosy Abate e ha minacciato la donna. La signora ha risposto tutta la notte a chiamate minacciose sul telefono del marito, che è poi dovuto partire per un viaggio di lavoro in Svizzera, ma ha deciso di denunciare: «Non è possibile che una produzione tv non controlli se i numeri sono veri. La nostra privacy è stata violata. Mio marito è siciliano di origine, ma noi con la mafia non c’entriamo niente, siamo mica matti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 13 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2017 12:48

Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui
Video

Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

  • Malika Ayane al MessaggeroTv: «Meglio essere strega che ipocrita»

    Malika Ayane al MessaggeroTv: «Meglio...

  • Malika Ayane ospite al MessaggeroTv: il backstage

    Malika Ayane ospite al MessaggeroTv: il...

  • Federica Panicucci al posto di Barbara D'Urso al Capodanno di Canale 5: ecco il vero motivo della decisione

    Federica Panicucci al posto di Barbara...

  • Dove sono Benedetta Parodi e Claudio Lippi? Rivoluzione a Domenica in: ecco cosa è successo

    Dove sono Benedetta Parodi e Claudio Lippi?...

  • Noel Gallagher: «Il mio cosmic rock in “Who built the moon»

    Noel Gallagher: «Il mio cosmic rock in...

  • Johnny Depp nel nuovo video di Marilyn Manson: orge e lingerie fetish

    Johnny Depp nel nuovo video di Marilyn...

  • Facchinetti e Fogli di nuovo "Insieme". «Vi aspettiamo al Palalottomatica»

    Facchinetti e Fogli di nuovo...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 7 commenti presenti
2017-11-14 00:21:58
mi chiedo perché debba pagare le tasse per contribuire solidalmente nei confronti di individui talmente stupidi da telefonare ad un numero di telefono comparso in una Fiction. Un po' come cercare Peppa Pig sulle pagine bianche. Mi chiedo che razza di Paese sia diventato questo, dove c' è chi è talmente miserabile e straccione da minacciare questa povera coppia di Domodossola o da chiedere loro una raccomandazione pensando che fossero di Mediaset. Che vomito.
2017-11-14 12:26:42
Ma davvero c'è gente che confonde le fiction e i personaggi interpretati con la realtà? E, giusto per sapere, questa gente vota ed è titolare di patente? Chiudete i televisori, internet, tutto...

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA