ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Goran Bregovic, live in Italia: ecco il cd “Three Letters from Sarajevo”

Goran Bregovic

Cinque anni dopo l'album «Champagne for Gypsies», Goran Bregovic torna con una nuova creazione incentrata sul
tema della diversità religiosa e della coesistenza pacifica: il disco «Three Letters from Sarajevo», edito da Universal.

Un album che porterà in tour in Italia con una serie di concerti a febbraio e che porta in sé l'urgenza e la voglia di raccontare il melting pot che è la cifra umana e artistica di questo grande artista internazionale per antonomasia: «Io sono di Sarajevo - ripete Bregovic - sono nato su una frontiera: l'unica dove si incontravano ortodossi, cattolici, ebrei e musulmani. Mio papà è cattolico, mia mamma è ortodossa, mia moglie è musulmana. E mi sento anche un pò gitano, forse perché per mio padre, colonnello dell'esercito, era inaccettabile che facessi il musicista, un mestiere “da gitano”, come diceva lui». È la storia di Sarajevo con le sue tante credenze, identità, con i suoi complessi paradossi che ha ispirato il nuovo album di questo nativo di Sarajevo, Goran Bregovic.

Sarajevo è la metafora dei nostri tempi, un luogo dove un giorno si vive da buoni vicini e il giorno dopo ci si fa la guerra. Il nuovo lavoro di Goran Bregovic «Three Letters from Sarajevo» si ispira a questa metafora. Per l'occasione all'album hanno partecipato voci meravigliose ed esplosive: Bebe, Riff Cohen, Rachid Taha, Asaf Avidan. 

Pochi musicisti sono riusciti a sviluppare un'arte così varia, che combina insieme una così grande varietà di stili e tecniche senza perdere la propria identità. Ogni pezzo di Bregovic sembra sempre diretto al mondo intero, senza distinzione di razza, sesso, età e religione.

Compositore contemporaneo, musicista tradizionale o rock star, Bregovic ha combinato insieme stili e tradizioni le più disparate per inventare una musica che è allo stesso tempo universale e assolutamente sua.

Attesissimo, Bregovic sarà a febbraio in Italia in un tour spettacolare che lo vedrà sul palco accompagnato da un'orchestra di 18 elementi con le quali calcherà i palchi di alcune delle maggiori città italiane: si parte da Lecce, poi Padova, Roma, Firenze, Milano, Bologna, Torino e Genova.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 6 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2017 17:12

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini
Video

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

  • Morgan: «Fabrizio De André un manuale d’istruzione contro l’ipocrisia»

    Morgan: «Fabrizio De André un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA