ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Scoperto il nuovo proprietario del Salvator Mundi: ecco chi ha speso 450 milioni di dollari per il capolavoro di Leonardo

Ecco chi ha speso 450 milioni di dollari per il Salvator Mundi di Leonardo: sarà esposto al Louvre di Abu Dhabi

Un principe saudita è il misterioso acquirente che in novembre ha comprato da Christie's per 450 milioni di dollari il «Salvator Mundi» di Leonardo, il dipinto più costoso della storia. Bader bin Abdullah bin Mohammed bin Farhan al-Saud appartiene a un ramo remoto della famiglia reale saudita e non era in precedenza noto per essere un collezionista. Il dipinto sarà esposto al Louvre di Abu Dhabi. L'annuncio è arrivato su twitter dalla stessa filiale del museo, che ha anche postato la foto del quadro, attualmente in viaggio verso gli Emirati Arabi.


Bader bin Abdullah bin Mohammed
bin Farhan al-Saud


La rivelazione, sulla base di documenti di cui il New York Times ha preso visione, collega quello che finora era rimasto un mistero ai recenti intrighi di palazzo in Arabia Saudita. Il principe avrebbe infatti pagato 450 milioni di dollari per un'opera controversa e dal soggetto decisamente anti-islamico in un momento in cui le elite saudite, compresi membri della famiglia reale, tengono un basso profilo di fronte a una vasta campagna anti-corruzione.

Bader è considerato amico e vicino al leader della purga, il 32enne principe della corona Mohammed bin Salman, con cui a Riad ha frequentato la King Saud University. Una portavoce di Christie's non ha voluto confermare l'identità dell'acquirente, né Bader ha risposto alla richiesta di precisazioni del giornale. Documenti ottenuti da fonti saudite ed esaminati dal quotidiano hanno rivelato che il principe non si era fatto avanti che alla vigilia dell'asta: «Era una figura così sconosciuta che gli esecutive di Christie's hanno fatto i salti mortali per stabilirne l'identità e la solidità finanziaria».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 7 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2017 19:04

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini
Video

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

  • Morgan: «Fabrizio De André un manuale d’istruzione contro l’ipocrisia»

    Morgan: «Fabrizio De André un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2017-12-07 08:34:56
Ah quindi la pista che portava ad una pensionata di Subiaco era fasulla. Alla fine era un emiro il compratore.
2017-12-07 13:48:59
L'arte, quella vera, non appartiene a nessuna religione; quella di Leonardo, poi, è assolutamente universale!
2017-12-07 14:06:52
Quindi soldi nostri, di noi che abbiamo dato loro un sacco di euri per la benzina che usiamo. Loro non hanno mai lavorato, nè pensato ai propri popoli, tenuti in condizioni medioevali grazie ad un isterismo religioso che miete vittime ogni giorno. Santo il giorno che la benzina non servirà più e loro dovranno cominciare a tirar su le maniche. Grazie
2017-12-07 14:11:05
L'amore per l'arte non c'entra niente... c'è sotto dell'altro.
2017-12-07 14:20:27
Questo quadro non mi dice assolutamente nulla. Niente a che vedere con altri dipinti di Leonardo

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA