ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Hamilton: «Quel mio canto libero
a Piazza Tahrir»

Un'immagine dei manifestanti a Piazza Tahrir nel 2011

Khalil non ha lo sguardo sperduto. Tutt’altro. E’ come se avesse già inghiottito con gli occhi la rivoluzione che stava per esplodere. Lo studente americano che piomba al Cairo con la sua idea di musica transgenerazionale si fa rapire da «questa città di continue mescolanze e metafore senza fine». Una città che è già musica: «Il Cairo è jazz: tutta contrappunti che si contendono l’attenzione, con qualche pregevole assolo che si innalza sopra il ritmo incessante della...


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 20 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-11-2017 09:25

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini
Video

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

  • Morgan: «Fabrizio De André un manuale d’istruzione contro l’ipocrisia»

    Morgan: «Fabrizio De André un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA