Un libro insegna il metodo per vivere felici: si chiama “hygge” e arriva dalla Danimarca
Accendere delle candele, cucinare tutti insieme, decorare la casa, spegnere i cellulari, fare un gioco da tavolo o raccontarsi a turno com’è andata la giornata. Sono solo poche abitudini, semplici ma non scontate, che al giorno d’oggi, in una società sempre più chiusa nel mondo virtuale, si rischia di dimenticare. Situazioni intime, conviviali e autentiche capaci di farci sentire meno soli e donarci quella bella sensazione di appagamento e benessere difficile da provare. Il segreto per alimentare queste buone vibrazioni, non poteva che arrivare dai danesi, il popolo più felice del mondo - da oltre 40 anni - secondo il Rapporto Mondiale stilato dalle Nazioni Unite. La soluzione si chiama hygge e a spiegarci in cosa consiste è un piccolo manuale, bestseller in Inghilterra e già tradotto in tantissimi Paesi.


“Il metodo danese per vivere felici. Hygge”, scritto da Marie Tourell Søderberg in collaborazione con Katharine Hoite Lynggaard e edito da Newton Compton, parte da un presupposto: questa strana parola quasi intraducibile, che si potrebbe descrivere come intimità, calore e accoglienza, non è strettamente connessa all’identità nazionale della popolazione nordeuropea. Al contrario, nella sua essenza è qualcosa di universale. L’hygge è per tutti e racchiude in sé tutte quelle cose che servono a trovare la felicità in modo semplice e genuino. Ovvero le piccole abitudini quotidiane capaci di creare un ambiente dove i familiari si sentono a proprio agio e predisposti a vivere momenti di serenità. 


Questo manuale, ricco di fotografie e di idee concrete, serve quindi ad avvicinare il lettore allo stile di vita danese, aiutandolo a rendere la sua casa confortevole come fosse Natale tutto l’anno. Suggerimenti semplici ed efficaci, come adornare le stanze con candele profumate, oppure scegliere un menu e cimentarsi insieme nella realizzazione dei piatti da portare in tavola; ancora, creare decorazioni “fai da te” o lasciare i cellulari in un cesto per dedicare un po’ di tempo alla convivialità, con un gioco da tavolo o in chiacchiere davanti al camino. Insomma, tutto ciò che serve a farvi sentire di esserci davvero in quel momento e in quel luogo, felicemente assieme alle persone a voi care. 


Troppo spesso infatti, lavoro, stress, ansie e preoccupazioni fanno perdere di vista le priorità della vita. Ci si dimentica quindi di concedersi del tempo per lasciarsi andare e permettersi semplicemente di vivere. «E’ in questi momenti che diventa cruciale per me - spiega l’autrice - passare del tempo hyggelig in famiglia e con gli amici, o con me stessa in una casa hyggelig». Nel corso del libro, scritto dopo che l’autrice di Copenhagen, girando il mondo per lavoro, aveva notato quanto negli altri Paesi la gente sembrasse essere meno felice, si potranno conoscere diversi modi per hygg-are e si troverà anche l’ispirazione per far sbocciare il vostro hygge nella vita di tutti i giorni. Dovunque viviate, d’ora in poi non avrete più scuse: per riscoprire la magia dell’ordinario e provare a sentirvi davvero felici, aprite il libro e iniziate a curiosare.


“Il metodo danese per vivere felici. Hygge” di Marie Tourell Søderberg (Newton Compton Editori, pagg. 234, 10 euro)
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI e CULTURA