ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Bonnie e Clyde: l'ultimo bacio in mostra a Dallas

L'ultima foto di Bonnie e Clyde

Insieme hanno terrorizzato e scandalizzato l’America degli anni Trenta. Oltre che un celeberrimo duo di criminali, però, Bonnie e Clyde erano anche una coppia di perfetti innamorati. A sottolinearlo, a oltre otto decenni dalla loro morte, in questi giorni, ci sta pensando una mostra fotografica appena inaugurata a Dallas: lì, nel Texas, tra vari scatti d’epoca, è esposta infatti quella che dovrebbe essere l’ultima immagine pubblica “rubata” ai due leggendari fuorilegge, l’immagine di un bacio appassionato.
 

 

La foto risale al tardo maggio del 1934, periodo in cui Bonnie e Clyde, ricercati da ormai due anni, erano impegnati come al solito a scappare per non farsi arrestare dalla Polizia, che gli dava la caccia ritenendoli responsabili di diverse rapine e di ben 13 omicidi commessi tra il 1932 e quello stesso 1934.

Fu proprio poco dopo quello scatto che la fuga della coppia criminale si interruppe: il 23 maggio, infatti, traditi da un complice, i due, conosciutisi e innamoratisi nel 1930 per poi darsi alla latitanza quando Clyde fu accusato dell’assassinio di un negoziante, furono uccisi nel corso di un conflitto a fuoco con le forze dell’ordine.

Sepolti a Dallas, nel giorno del loro funerale, Bonnie e Clyde, che di cognome facevano rispettivamente Parker e Barrow e avevano 23 e 25 anni, furono salutati da una folla di cinquantamila persone: per entrambi era iniziato il cammino verso il mito.
 
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 7 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:44

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini
Video

Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

  • Morgan: «Fabrizio De André un manuale d’istruzione contro l’ipocrisia»

    Morgan: «Fabrizio De André un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-12-07 17:44:33
Ascoltate a proposito la bellissima canzone "Bonnie and Clyde" di Serge Gainsbourg !
2017-12-07 18:54:33
Colgo l'occasione di questa foto rubata per dire che l'emozione che un'immagine o un personaggio o un'avvenimento ci provoca, non solo non ha colore politico, ma nemmeno si pone il criterio discriminante del bene e nel male, é solo emozione e nasce dalle strutture più primordiali del nostro cervello, i nostri personali sedimenti archeologici. E il cinema, ch'è vero cinema, solo quando riesce furtivamente ad accedere a questo nostro sommerso, spesso ne ha paura salvo che non sia in mano al genio,e preferisce il percorso osannato, perché, funzionale del didascalico moralizzante.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA