ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Lee Madgwick, in mostra a Roma gli scenari urbani dell'artista amico di Banksy

In mostra a Roma gli scenari urbani di Lee Madgwick, l'artista amico di Banksy

Chissà se l’artista britannico Lee Madgwick ha in mente la scena finale del leggendario film di David Lynch “Mulholland Drive”, in cui si evoca il silenzio, quando compone le sue opere. Per conoscere meglio la sua pittura ci sarà a Roma la sua prima mostra personale in Italia, incentrata sul silenzio. Lee Madgwick, è esponente della Brit Art e grande amico di Bansky, con cui lavora.
 

 


Dall’8 aprile al 31 maggio  ci sarà “Stand-by” il secondo capitolo della Trilogia del Silenzio, alla White Noise Gallery, ad ingresso gratuito, si tratta di 9 opere pittoriche a grande formato che interpretano la visione personale del silenzio da parte dell’artista. Architetture immense, spazi abbandonati, edifici desolati e finestre in primo piano che ricordano i quadri del pittore americano Edward Hopper.

«Lee Madgwick è uno specialista nel contrapporre scenari urbani abbandonati e derelitti a luoghi rurali e isolati. In pratica, proprietà malmesse in terreni malmessi. In qualche modo, cattura quel senso dato dalle cose oscure che succedono dietro le porte chiuse, presentandolo però in un panorama dalle parvenze perfettamente gioiose e colorate», parola di Banksy.

E infatti insieme all’artista di Bristol, ha curato il progetto “Dismaland”, si tratta di un'installazione artistica temporanea, organizzata da Banksy dal 21 agosto al 27 settembre 2015. In riva al mare presso il Tropicana, un lido in disuso nella località turistica di Weston-super-Mare nel Somerset, in Inghilterra, la mostra si presentava come un "parco divertimenti anti-Disneyland, Banksy lo ha descritto come un "parco tematico non adatto ai bambini.

La mostra, dal titolo “Stand By”, andrà avanti fino al 31 maggio ed è il secondo capitolo della Trilogia del Silenzio curata da Eleonora Aloise e Carlo Maria Lolli Ghetti. I quadri di Madgwick si configurano come opere apolidi, ancora più significative in epoca di Brexit, di tensioni identitarie, di un ritorno ai nazionalismi.

Nei suoi mondi a porte chiuse, in un’atmosfera satura, le strutture si stagliano al di sopra della terra come magneti respingenti. Altri sono dispersi, avvolti dalla natura che si riprende il suo primato. Il cemento appare inerme e la natura infrangibile. Eppure, nel declino persiste una ostinata tensione vitale.

«Ogni tela ha in sè una narrazione, suggerisce la presenza di un prima e un dopo, ma è bloccata in un costante momento presente, silente e immobile, come un respiro trattenuto o una frase ripetuta in loop. Grazie a questa sospensione Madgwick ci rieduca all’attesa, alla percezione del tempo, ad osservare le conseguenze in un eterno stand-by». Questo uno dei significati racchiusi nelle opere dell’artista brittanico.

Nelle visioni distopiche di Madgwick, c’è forse più malinconia che orrore, più lirismo che angoscia. Ma l’inquietudine è comunque dietro l’angolo. Perché in questo poeta visivo che canta la residualità, in questo nipotino di Edward Hopper che ha rielaborato il meglio dell’immaginario post apocalittico, si sentono comunque le letture di capolavori come “Io sono leggenda” di Richard Matheson. E chissà che da quell’unica finestra illuminata raffigurata nell’opera “Safe House” non faccia capolino la sagoma di un Norman Bates con tanto di lama o da dietro di una di quelle porte chiuse presenti in quasi tutte le altre opere non spunti, all’improvviso, Pennywise, il terrificante clown protagonista di “It”, monumentale romanzo di Stephen King.
 
Dall’8 aprile al 31 maggio, alla White Noise Gallery in Via dei Marsi 20/22 - Roma
Orari: mar-ven 12:00-20:00; sab: 16:00- 20:00
Ingresso libero
 
 
 
 
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 4 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 05-04-2017 16:57

Paolo Bonolis sbarca su Instagram, ecco cosa fa la moglie
Video

Paolo Bonolis sbarca su Instagram, ecco cosa fa la moglie

  • Charles Aznavour, da tutto il mondo per lo chansonnier senza età

    Charles Aznavour, da tutto il mondo per lo...

  • Pierdavide Carone torna con il quarto album

    Pierdavide Carone torna con il quarto album

  • Paolo Villaggio, Montesano: «Ce ne vorrebbero di uomini come lui»

    Paolo Villaggio, Montesano: «Ce ne...

  • Pavarotti, Nicoletta Mantovani: racconteremo la sua anima

    Pavarotti, Nicoletta Mantovani: racconteremo...

  • LA MUMMIA con Tom Cruise – Secondo trailer italiano ufficiale

    LA MUMMIA con Tom Cruise – Secondo...

  • "Lei non è un uomo...è una merdaccia": il ragionier Fantozzi e la signorina Silvani

    "Lei non è un uomo...è...

  • E’ morto a Roma l’attore Paolo Villaggio

    E’ morto a Roma l’attore Paolo...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA