ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

I Daiana Lou: «Dopo l'addio a X Factor ora siamo felici con la musica di strada»

I Daiana Lou: «Dopo l'addio a X Factor ora siamo felici con la musica di strada»

A un mese dal sold out all'Auditorium, i Daiana Lou tornano con un altro live e, anche stavolta, viaggiano verso il tutto esaurito. E lì, il duo di artisti di strada, che forma una coppia sopra e fuori dal palco, presenterà il singolo “Sober”, prima tappa del loro nuovo progetto discografico. «Sì, veniamo ancora ricordati come quelli che hanno lasciato X Factor», dicono, scherzando, negli studi di MessaggeroTv. E, in effetti, il web non ha dimenticato (e neanche il pubblico), quando, nel novembre dello scorso anno, scelsero di lasciare il popolare talent televisivo. Molti mesi prima di Morgan (che ha fatto lo stesso ad Amici), ma con uno stile decisamente diverso, in linea con i relativi personaggi.


Daiana Mingarelli e Luca Pignalberi, che oggi vivono tra Roma e Berlino, diventano coppia nell'aprile del 2013: galeotta fu la jam session soul-blues in un locale romano. Nascono in strada, dove continuano a suonare per il pubblico, assecondando il bisogno di contatto, anche fisico, con chi è incantato dalla loro musica. «All'Auditorium, il 26, abbiamo preparato uno spettacolo in cui valorizzeremo i nostri inediti – racconta Daiana, che festeggia il compleanno nel giorno del live nella Sala Petrassi – Presenteremo anche tre brani che sono state scelte per un film, in uscita a novembre». Sul palco porteranno anche il loro nuovo singolo, Sober, che è un'esortazione a prendersi del tempo per scoprire la felicità vera: «Quella fatta delle cose semplici e non costruite».

E proprio rincorrendo le cose semplici, lo scorso anno, il duo ha scelto di uscire dal talent tv: «Volevamo essere felici veramente e ci siamo riusciti. Molti pensavano che dietro alla nostra scelta ci fossero motivazioni di tipo commerciale, ma così non è stato, anche perché non avevamo lavori da promuovere in quel momento – sottolinea Luca – Uscire e tornare alla vita cosiddetta normale è stato difficile, ma diciamo che non vedevamo l'ora di cantare in mezzo al nostro pubblico, quello che ci seguiva in televisione». Esperienza chiusa? «Sì. Non torneremmo neanche se ci chiamassero come giudici, perché non ci sentiamo all'altezza. I talent sono certamente una vetrina importante, anche se poi molte persone esco da questi programmi si trovano le strade sbarrate. Conosciamo molti artisti, come noi, che hanno difficoltà persino a ricevere risposte a delle proposte inviate via email».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 24 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 30-04-2017 15:07

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno
Video

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno

  • Floris: a dimartedì la satira di Gene Gnocchi, ci occuperemo anche di sport

    Floris: a dimartedì la satira di Gene...

  • Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde Garko con Raoul Bova

    Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde...

  • Abel Ferrara, regista: «Roma non sarà mai come Londra, o Parigi»

    Abel Ferrara, regista: «Roma non...

  • Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai della Prova del cuoco: la prima puntata ha rischiato di saltare

    Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai...

  • Valeria Golino nei panni di una non vedente: «Così ho imparato a recitare senza usare gli occhi»

    Valeria Golino nei panni di una non vedente:...

  • Ilary Blasi e Alfonso Signorini: «Vi raccontiamo il nuovo Grande Fratello Vip»

    Ilary Blasi e Alfonso Signorini: «Vi...

  • Paolo Virzì: «The leisure seeker, il mio primo film in inglese: con Ella & John viaggio negli Usa che cambiano»

    Paolo Virzì: «The leisure...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA