Ed Sheeran, il tour parte dall'Italia:
chitarra e voce incanta il Palasport
  • 778
Essenziale. Semplice. Un concerto che trova la sua forza nel suo essere compatto. Un live come pochi. Sul palco, solo lui e la sua chitarra, protagonisti indiscussi. Ed Sheeran scatena così il palazzetto del Pala Alpitour di Torino, da dove ieri sera è partito il Divide tour mondiale. Stasera la seconda data. Totalmente sold out in tempi record. E per quasi due ore di musica a mille. Senza tanti lustri e lustrini. Se non nella scenografia, “minecraft" di immagini sequenziali. Colorate. D’impatto.
 
 


Apre la scaletta “Castle on the hill", primo dei due singoli del suo ultimo disco “÷ Divide”, che insieme a “Shape of you” che ha collezionato milioni di stream. Da qui, canzoni che portano tutte d’un fiato alla fine. “A team”, “Happier”, “Thinking Out Loud”, “Lego House”, e ancora “Perfect”, “Photograph”, “Sing”. Per un totale di diciotto. Rap veloci appoggiati su ritmi hip hop, ballate, melodie piene di quell’energia per nulla scontate. La produzione esecutiva è affidata a Benny Blanco (Rhianna, Rhe Weeknd) e a Ed stesso, con la collaborazione di Johnny Mc Daid, Mike Elizondo e Steve Mac. 

Il risultato è un concerto che è stato un successo. Come lo è ciò che fa in questo momento. Re Mida della musica che qualsiasi cosa tocca diventa oro. Come il disco. In Italia è entrato direttamente al n.1 della classifica di vendita raggiungendo il Disco D’oro in una sola settimana. In pole position in tantissimi paesi e battendo il record di vendite totali che vantano oltre 4 milioni e 300 mila copie nel mondo e oltre 603.8 milioni di streaming nella prima settimana su Spotify, Apple Music and Deezer. Per riascoltarlo live in Italia dovremo aspettare quasi sicuramente il 2018 quando dovrebbe arrivare negli stadi. E già si scommette sull’assalto ai biglietti non appena saranno rese note le date. 
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI e CULTURA