ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, gli appuntamenti musicali dal 17 al 23 aprile

Dai Simple Minds a Steve Gunn, tutta la musica della settimana a Roma

Appuntamenti rock pop jazz da lunedì 17 a domenica 23 aprile

LUNEDI' 17 APRILE

Psych Folk/Steve Gunn da Brooklin
Un chitarrista di prim'ordine, un vocalist che ripercorre, anche nel suo ultimo album Eyes on the Line, le strade del miglior folk psichedelico americano degli anni '60: è Steve Gunn, viene dalla Pennsylvania e vive a Brooklin. Ex solista dei The Violators di Kurt Vile, ha un sound che cattura subito, sforna riff potenti, scrive brani piacevoli, spesso morbidi ma mai banali, e strizza l'occhio al country ma anche alla West Coast dei Grateful Dead. Roba buona.
BlackMarket, via Panisperna 101, ore 22

Jazz/North Cloud con Giachino
North Cloud è il progetto italo-danese nonché il nuovo album del pianista piemontese Fabio Giachino, che ha vinto parecchi premi e che nella sua Danish Experience fonde influenze musicali della tradizione melodica mediterranea con quella nordeuropea. Al suo fianco suonano il contrabbassista Matthias Flemming Petri e il batterista Espen Laub Von Lilienskjold.
Casa del Jazz, viale Porta Ardeatina 55, ore 21

Soul/Sarakula a Na Cosetta
Il vocalist e tastierista Joel Sarakula, australiano trasferito in Inghilterra, s'ispira a Sly Stone, Todd Rundgren e Elvis Costello, sperimenta tutto, anche le cose più impensabili, alla continua ricerca della sua musa, e arriva in tour in Italia con il suo ultimo album The Imposter. Lo offre live con Alexander Dommisch alla chitarra e Geno Carrapetta alla batteria, e non manca in scaletta il fortunatissimo e vendutissimo singolo Northern Soul.
Na Cosetta, via Ettore Giovenale 54, Pigneto, ore 22
 

 


MARTEDI' 18 APRILE

Jazz/Musica Nuda al Parco
Si intitola Leggera il nuovo album di Musica Nuda, che il duo propone live stasera. Dopo il successo di Little Wonder, la vocalist Petra Magoni e il contrabbassista Ferruccio Spinetti tornano con un disco di brani inediti e cantato per la prima volta tutto in italiano. E' un album che parla di leggerezza, ispirato a una frase di Italo Calvino: “Bisogna prendere la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore". Un disco elegante che ricorda la canzone italiana d’autore degli anni '60. e loro sono formidabili.
Parco della Musica, Sala Sinopoli, ore 21

Bossa/Romagnoli all'Alex
Il Bossa Project è un progetto creato dal sassofonista Moreno Romagnoli e dalla sua passione per la bossanova. Con il vocalist e chitarrista Bruno Patinho, il pianista Marco Ravallese, il bassista Ettore Paparazzo e il percussionista Valerio Giovannini, Romagnoli  propone un viaggio nei migliori brani brasiliani.
Alexanderplatz, via Ostia 9, ore 22

Jazz/Around George Gerswin
Per Recording Studio, la rassegna che permette di assistere alle registrazioni live dei nuovi dischi della Parco della Musica Records, la pianista Rita Marcotulli, il bassista Giovanni Tommaso e il batterista Alessandro Paternesi suonano brani originali e le più note composizioni di George Gerswin, da But not for me a How long has this been going on, It's wonderful e così via.
Parco della Musica, Teatro Studio Borgna, ore 21

MERCOLEDI' 19 APRILE

Folk/Milagro & Erodoto
Storie - racconti di Terre, Uomini, e Dei: è la musica di quel Mediterraneo che oggi vede protagonista un inarrestabile fiume di migranti, mix di brani originali e canzoni della tradizione del Sud Italia che hanno come tema il viaggio, offerto da Milagro Acustico e Erodoto Project, le due formazioni guidate dal sassofonista Bob Salmieri. Sul palco, con lui, Alessandro De Angelis (tastiere), Andrea Pullone (chitarra), Ermanno Dodaro (basso), Giampaolo Scatozza (batteria), Carlo Colombo (percussioni) e Eda Ozbakay (danza), special guest Gabriel Oscar Rosati (tromba e flicorno).
Parco della Musica, Sala Petrassi ore 21

Cantautori/Di Martino e Cammarata
Un mondo nuovo, l'ultimo disco dei cantautori siciliani Fabrizio Cammarata e Antonio Di Martino, è un emozionante viaggio tra Palermo e il Messico, un tributo alla cantante Chavela Vargas, ovvero l'Edith Piaf messicana che fu amante della straordinaria pittrice Frida Kahlo: un racconto di una vita fra tequila, canzoni d'amore, passioni impossibili e magia. Chavela Vargas, nata nel 1919 e scomparsa nel 2012, era una delle voci più importanti dell'intera America Latina ed è diventata famosa quando aveva più di ottant'anni.
Teatro Quirinetta, via Marco Minghetti 5, ore 22

GIOVEDI' 20 APRiLE

Jazz/De Seta per Brubeck
Il batterista e compositore Lucrezio de Seta suona live il suo ultimo disco Brubeck Was Right: è un intenso progetto a base di brani originali e rielaborazioni dei maggiori standard della tradizione jazzistica dedicato al pianista americano scomparso cinque anni fa. Con lui il pianista Ettore Carucci e il bassista Luca Pirozzi.
Alexanderplatz, via Ostia 9, ore 22

World Music/Acquaragia & Epifani
Rebelde. The forgotten Gypsy Songs of Italy è il titolo del live che vede fianco a fianco la gipsy band degli Acquaragia Drom, cioè Erasmo Treglia (violino), Elia Ciricillo (voce, chitarra, tamburello), Rita Tumminia (voce, organetto) e Marco Colonna (clarinetti) e il vocalist e solista di mandola e mandolino Mimmo Epifani (numero uno nel suo genere) con il chitarrista Sasà Flauto. Concerto godibilissimo, con un set di musicisti davvero di prim'ordine.
Parco della Musica, Teatro Studio Borgna, ore 21

Rock/I Foja al Lanificio
I Foja, in perfetto equilibrio fra tradizione e contemporaneità, sono stati la prima rock band a entrare nel San Carlo di Napoli, il teatro lirico più antico d’Europa. Presentano il terzo album ‘O Treno che Va, viaggio tra rock, pop, blues, country, canzone classica napoletana e melodie italiane. Sono Dario Sansone (voce e chitarra), Ennio Frongillo (chitarra), Giuliano Falcone (basso), Luigi Scialdone (chitarre, mandolini, ukulele,  banjo) e Giovanni Schiattarella (batteria).
Lanificio, via di Pietralata 159a, ore 22

Jazz/Serena, storie al Big Mama
La vocalist salernitana Serena Caporale, già partner di tante star, dal jazz al rock e al pop, presenta il suo nuovo album Il tempo e le storie, con una serie di canzoni napoletane riarrangiate e reinterpretate. Al suo fianco i chitarristi Marco Rinalduzzi e Alessandro Filindeu, il tastierista Aidan Zammit, il bassista Maurizio Galli e il batterista Emanuele Smimmo. Alla serata partecipano parecchi altri ospiti.
Big Mama, vicolo S, Francesco a Ripa 18, ore 22.

VENERDI' 21 APRILE

Musica/Orchestraccia e Giulia all'Atlantico
Per festeggiare il Natale di Roma c'è un bell'ìncontro fra la Roma di Gabriella Ferri e quella attuale dell'orchestra della capitale. La vocalist e cantautrice Giulia Anania rilegge le canzoni della grande Gabriella e le poesie inedite di Er Pinto, con le videoscenografie dello street artist Dia Vu, e insieme all'Orchestraccia al gran completo (Marco Conidi, Luca Angeletti, Giorgio Caputo, Edoardo Pesce, Gianfranco Mauto, Fabrizio Locicero, Salvatore Romano e tanti altri) offre una serata di musica e street poetry, un incontro fra la città di una volta e quella di adesso. Bella iniziativa.
Orion Live Club, viale Kennedy 52, ore 21.30

Jazz/I Duri di Chicago
Un'orchestra che recupera le canzoni di Fred Buscaglione, storico entertainer che offriva brani a metà strada fra il jazz e un cabaret musicale pieno d’ironia: ecco I Duri di Chicago, cioè il vocalist Luigi Fabiani, i sassofonisti Francesco Todaro (baritono) e Sandro Paoletti (tenore), il trombettista Fabio Calcari, il chitarrista Fabio Mancini, il pianista Massimo Astolfi, il bassista Antonio Censi e il batterista Claudio Colazza. Vengono da Velletri e hanno inciso un album, appunto I Duri di Chicago, che prende il nome dalla canzone in cui Buscaglione cantava «sono il dritto di Chicago Sugar Bing, arrivato fresco fresco da Sing Sing...».
Cotton Club, via Bellizona 2, ore 22

Latin/Daymé Arocena
Cubafonìa è il nuovo album nel quale la cantante, compositrice, arrangiatrice e band leader Daymé Arocena sviluppa i suoi brani partendo dai ritmi cubani e dai diversi piani musicali della sua isola caraibica riuscendo a guardare oltre quei confini in un saporito cocktail di jazz e neo-soul. Lo presenta dal vivo insieme al pianista Jorge Luis Lagarza, al bassista Rafael Aldama e al batterista Ruly Herrera.
Parco della Musica, Teatro Studio Borgna, ore 21

Jazz/Eugenia, da Manhattan a Rio
Da Manhattan a Rio è il titolo del concerto  nel quale la vocalist Eugenia Munari unisce brani di autori come Cole Porter, George Gershwin, James Taylor, Guy Wood e canzoni dei brasiliani Ivan Lins, Antonio Carlos Jobim, Joao Bosco: un omaggio alle grandi voci americane di ieri e di oggi. Con Ettore Gentile al piano, Gerardo Bartoccini al basso e Alessandro Marzi alla batteria.
Alexanderplatz, via Ostia 9, ore 22

Cantautori/Andrea Rivera al Parco
Il cantautore, attore e persoanngio televisivo Andrea Rivera presenta il suo nuovo show Ho risorto! Dopo il monologo Le medicine, nel quale metteva insieme battute e doppi sensi utilizzando i nomi dei medicinali e non solo (con oltre 10 milioni di visualizzazioni) ecco il nuovo lavoro tra musica, giochi di parole, continue improvvisazioni con il pubblico e video, uno show in stile Gaber-Jannacci che ripropone un teatro–canzone oggi quasi dimenticato.
Parco della Musica, sala Petrassi, ore 21

Rap/En?gma al Traffic
En?gma, all'anagrafe Francesco Marcello Scano, classe 1988, da Olbia, si è fatto da solo: è uno dei fondatori della Machete Crew (una della realtà rap più attive e originali), ama il cinema, il metal crossover dei primi anni 2000, poi è passato alla cultura hip-hop trovando nel rap il mezzo gusto per amare la scrittura e riversare nei testi se stesso e le proprie passioni. Presenta l'ultimo album Fuga, il cui titolo per lui rappresenta l'istintività con cui il disco è stato scritto.
Traffic, via Prenestina 738, ore 22

SABATO 22 APRILE

Concerto/Tutti per l'Earth Day
Oggi è l'Earth Day, il giorno della terra dedicato alla tutela del nostro pianeta, che verrà celebrato da qualcosa come un miliardo di persone nei 193 paesi membri delle Nazioni Unite, e a Roma c'è il Concerto per la Terra, appuntamento nel quale da anni grandi artisti italiani e internazionali si alternano per testimoniare, alla faccia delle assurde decisioni di Donald Trump, l’importanza della difesa dell’ambiente. Troverete sul palco, presentati da Fabrizio Frizzi, Noemi, Sergio Sylvestre, Soul System, Zero Assoluto, Ron e La Scelta, più il comico Antonio Mezzancella e diversi testimonial del mondo della cultura e dello spettacolo. L’evento è organizzato da Earth Day Italia con Urban Vision.
Terrazza del Pincio, dalle ore 19. ingresso gratuito

Jazz/Biseo all'Arciliuto
Il pianista Riccardo Biseo ha scritto tanti brani per musical, teatro, colonne sonore cinematografiche e così via, le ha raccolte nel progetto My songs e le ripropone stasera con la vocalist Sabrina Zunnui e il suo trio, ovvero Pierpaolo Ranieri al contrabbasso e Lucio Turco alla batteria.
Arciliuto, piazza Montevecchio 5, ore 21.30

Swing/Le Sorelle Marinetti
Le Sorelle Marinetti (Turbina, Elica e Scintilla Marinetti) sono tre attori-cantanti (Nicola Olivieri, Marco Lugli e Andrea Allione) che lavorano da lungo tempo a un progetto di recupero di quella canzonetta swing che ebbe tanta fortuna nell'Italia degli anni Trenta, grazie anche alla capillare penetrazione della radio, che allora era la storica EIAR. Prodotte da Christian Schmitz, aka Chicco Maniscalchi, sono in scena con il nuovo spettacolo (ma anche disco) La Famiglia Canterina, un divertente viaggio nel tempo dei telefoni bianchi e dei nostri nonni o bisnonni.
Sala Teatro Vignoli a San Leone, via Prenestina 104, oggi e domani ore 21

Jazz/Joy Garrison all'Alex
Torna il quintetto della vocalist Joy Garrison, newyorkese ma romana d'adizione e figlia di Jimmy, storico contrabbassista di John Coltrane. Si muove fra jazz, gospel, soul, blues e funk con Claudio Colasazza al piano, Francesco Puglisi al basso, Amedeo Ariano alla batteria e Fabrizio Aiello alle percussioni.
Alexanderplatz, via ostia 9, ore 22

Jazz/Henry Allen al Gregory
Il sassofonista newyorkese Harry Allen, definito come minimo "eccellente" da colleghi musicisti e critici, si ispira a grandi come Lester Young, Stan Getz e Coleman Hawkins e ne recupera i maggiori successi, E' in un doppio concerto con Mario Castellano al pianoforte, Vincenzo Florio al basso e Matteo Cidale alla batteria. Ci sa fare e produce atmosfere jazzistiche di grande fascino.
Gregory, via Gregoriana 54a, oggi e domani ore 22

DOMENICA 23 APRILE

Rock/Tornano i Simple Minds
La band scozzese dei Simple Minds, che dai primi anni '80 fu tra le prime a fondere rock e sintetizzatori e nella sua lunga carriera ha venduto 60 milioni di copie di dischi (20 album in studio, quattro live e una ventina di antologie) è in tour europeo con il nuovo album Simple Minds Acoustic, nel quale due fondatori, il vocalist Jim Kerr e il chitarrista Charlie Burchill, rileggono alcuni dei loro hit, da New gold dream a Promised you a miracle, nell'ultima formazione che vede in scena il tastierista Andy Gillespie, il bassista Ged Grimes e il batterista Mel Gaynor. Il gruppo suona una serie dei suoi maggiori successi in versione squisitamente acustica e i concerti sono sempre affollatissimi. I forse vecchi ma mai dimenticati Simple Minds sono stati spesso definiti come una delle migliori band live al mondo e offrono una scaletta che riempirà di emozioni i loro ammiratori. Special guest del tour è la cantautrice scozzese Kate Victoria KT Tunstall.
Auditorium Conciliazione, via della Conciliazione 4, ore 21

Etnica/Agricantus a Na Cosetta
Quartetto in viaggio è il nuovo progetto e disco degli Agricantus Official, ultimo line up della storica band nata nel lontano 1979 a Palermo e che oggi schiera Anita Vitale (voce e pianoforte), Mario Crispi (strumenti a fiato etnici e arcaici), Mario Rivera (voce e basso, uno dei fondatori) e Giovanni Lo Cascio (percussioni etniche). Anita, ultimo incontro della formazione, viene dal jazz e ama la musica etnica siciliana, e l'attuale progetto del gruppo fonde timbri e strumenti elettronici con un suono naturale fatto di legni, corde, canne, pelli, tavole armoniche, tra sonorità arcaiche, acustiche e di musica d'autore.
Na Cosetta, via Ettore Giovenale 54, Pigneto, ore 22

Metal/Dalla Siberia al Traffic
Vengono dal gelo della Siberia e forse proprio per scaldarsi e tirare su l'adrenalina hanno scelto un crossover di metal, trash, rock, hardcore, rap, power metal, black metal, punk, stoner e altri ingredienti: sono i Siberian Meat Grinder, nati nel 2010 a Mosca dalle ceneri di alcune delle piu' prolifiche band (tra cui Moscow Death Brigade e Razor Bois), hanno alle spalle due album, Hail To The Tsar e Versus The World, e offrono dei live molto veloci e violenti, ovviamente con il volume a palla. Aprono Alkol Thrash (trash metal) e Tibia (hardcore).
Traffic, via Prenestina 738, ore 22


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 16 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 24-04-2017 17:58

Storie Maledette, Franca Leosini e l'annuncio che sconforta i fan: «Vi stringo in un forte abbraccio»
Video

Storie Maledette, Franca Leosini e l'annuncio che sconforta i fan: «Vi stringo in un forte abbraccio»

  • Addio Roger Moore: la sigla di “Attenti a quei due”

    Addio Roger Moore: la sigla di...

  • Amici, Emma contro Mike Bird: il cantante salta la lezione e lei va su tutte le furie

    Amici, Emma contro Mike Bird: il cantante...

  • Rissa tra Paola Caruso e Raquel: insulti sull’Isola dei Famosi spagnola

    Rissa tra Paola Caruso e Raquel: insulti...

  • Barbara D’Urso compie 60 anni, lacrime in diretta tv e festa privata con amici e "nemici"

    Barbara D’Urso compie 60 anni, lacrime...

  • Proposta di matrimonio tra Fedez e Ferragni, ma spunta di nuovo l’ex Giulia Valentina

    Proposta di matrimonio tra Fedez e Ferragni,...

  • Lillo & Greg all'Olimpico con "Best of": «Il meglio di noi? La nostra amicizia»

    Lillo & Greg all'Olimpico con...

  • Maurizio Costanzo si arrabbia in diretta con Belen: «Entra e falla finita»

    Maurizio Costanzo si arrabbia in diretta con...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA