U2 a Roma: il 15 e 16 luglio due concerti allo stadio Olimpico
  • 480
Sette anni dopo l'ultimo concerto e a trent'anni dal primo: tornano gli U2 a Roma. Le date ci sono già: 15 e 16 luglio allo stadio Olimpico. E sarà una doppia ricorrenza: quella tutta romana di una prima apparizione al Flaminio che fece davvero rumore con i giornali battezzarono il concerto come «Terremoto rock» e ai Parioli probabilmente ricordano ancora il tuono da centomila watt che fece vibrare i vetri delle case. E la ricorrenza, invece, della band di Bono e soci che hanno deciso di mettersi in viaggio per festeggiare i tre decenni dall'uscita dell'album che ha dato loro la fama mondiale, The Joshua Tree (a cui seguì appunto il tour) e che resta uno dei loro migliori in assoluto (era prodotto da Brian Eno e Daniel Lanois).
 
 


La conferma del nuovo viaggio arriverà lunedì prossimo, mentre i biglietti saranno messi in vendita da mercoledì, ma soltanto per gli iscritti al sito ufficiale della band U2.com, e per tutti dal 12 o dal 13 (con il rischio di una corsa all'accaparramento in stile Springsteen). Prima della fine dell'anno Bono, Adam, The Edge e Larry avevano annunciato la loro decisione di tornare in pista via facebook, aggiungendo anche la notizia che successivamente uscirà il tanto sospirato album Songs of experience, ideale seguito di Songs of innocence uscito nel 2014 e accompagnato da grandi polemiche per la decisione di darlo gratuitamente ai clienti Apple. Il tour partirà a primavera dagli Stati Uniti. L'intenzione è di recuperare le pagine di Joshua Tree ma anche di offrire uno spettacolo particolare. Al di là dell'Oceano, ad aprire gli show, ci saranno i Mumford & sons, in Europa dovrebbe essere chiamato Neol Gallagher, l'ex Oasis ha già condiviso il palco con gli U2 nel 2015, quando si è unito a loro sulle note di I Still Haven’t Found What I’m Looking For alla O2 Arena di Londra.
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI e CULTURA