Addio Kounellis, sacchi e pietre diventavano arte
  • 42
Per utilizzare il linguaggio dei giovani, Jannis “non se la tirava”: né nei rapporti diretti, né nei materiali con cui forgiava le sue opere; ma Kounellis era un artista pieno di fantasia. Era: perché se ne è andato ieri sera, a 80 anni; li avrebbe compiuti tra un mese. Era nato al Pireo; però a vent’anni aveva scelto Roma: e da allora non soltanto era, ma si sentiva un italiano. Preferiva Picasso a Duchamp; ma tra gli ispiratori e maestri alla lontana elencava, non a caso, Masaccio e...

Continua a leggere sul Messaggero in edicola o sul Messaggero Digital

+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI e CULTURA