ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Arbore e il suo lungo sodalizio con lo storico amico Boncompagni: «La nostra radio,
veicolo di libertà»

Arbore e il suo lungo sodalizio con lo storico amico Boncompagni: «La nostra radio,
veicolo di libertà»

Notte dei tempi, alba di un’amicizia: «Il concorso per programmisti di musica leggera - racconta Renzo Arbore - si teneva al Foro Italico. Ero giovane, timido e impacciato e come compagno di banco incontrai questo ragazzo di Arezzo, disinvolto e con l’aria che hanno solo i maledetti toscani di malapartiana memoria. Gianni Boncompagni fu subito sfacciato: “Io lavoro già per il servizio propaganda della Rai, ma sai la vera ragione che mi spinge ad affrontare questa tortura? Ho saputo che se passerò...


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 18 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:14

Paolo Bonolis sbarca su Instagram, ecco cosa fa la moglie
Video

Paolo Bonolis sbarca su Instagram, ecco cosa fa la moglie

  • Charles Aznavour, da tutto il mondo per lo chansonnier senza età

    Charles Aznavour, da tutto il mondo per lo...

  • Pierdavide Carone torna con il quarto album

    Pierdavide Carone torna con il quarto album

  • Paolo Villaggio, Montesano: «Ce ne vorrebbero di uomini come lui»

    Paolo Villaggio, Montesano: «Ce ne...

  • Pavarotti, Nicoletta Mantovani: racconteremo la sua anima

    Pavarotti, Nicoletta Mantovani: racconteremo...

  • LA MUMMIA con Tom Cruise – Secondo trailer italiano ufficiale

    LA MUMMIA con Tom Cruise – Secondo...

  • "Lei non è un uomo...è una merdaccia": il ragionier Fantozzi e la signorina Silvani

    "Lei non è un uomo...è...

  • E’ morto a Roma l’attore Paolo Villaggio

    E’ morto a Roma l’attore Paolo...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-04-18 17:09:29
Là dove il popolo non arriva, vivaddio vi arriva il tempo e credo che abbia fatto e sta facendo il bene di tutti svecchiando di fatto un potere oscuro della vecchia classe dominante di una industria che avrebbe dovuto lavorare solo per il popolo e non per una oscura classe borghese cosi detta di artisti che altro non era e non è mai stata al servizio del popolo italiano ma bensì di una vecchia classe letteralmente borghese e viziata. Per cui credo di dire a giusta ragione viva la rivoluzione reale del tempo che tutto cancella inesorabilmente.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA