ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

In Olanda frenano i populisti, e in Italia Pd e FI partono a caccia del voto grillino

In Olanda frenano i populisti, e in Italia Pd e FI partono a caccia del voto grillino

ROMA Nei Paesi Bassi l'hanno sfangata, ma di non molto. Formare una maggioranza di governo non sarà facile. Il premier uscente Mark Rutte è riuscito a superare in discesa il rivale xenofobo e populista Geert Wilders, ha perso seggi, e ora sarà complicato formare un governo.

I maggiori leader europei tirano un sospiro di sollievo, compreso Paolo Gentiloni, ma non sembra proprio che il vento populista abbia cambiato direzione. Occorrerà attendere il voto alle presidenziali francesi e più in là cosa accadrà in Germania e se sarà vero che la Merkel potrebbe cedere il passo a Schultz per colpa di un'erosione a destra in favore di Alternative fur Deutscheland.

Probabilmente solo dopo arriverà il voto in Italia, anche se la campagna elettorale nel nostro Paese è continua e ha ripreso vigore dopo la vittoria del No al referendum costituzionale. Anche se ancora non si sa con quale legge elettorale si andrà a votare, risulta evidente quale sarà il nemico delle forze politiche più importanti: il M5S. Matteo Renzi ha da tempo nel mirino Di Maio e Di Battista. Il Pd attacca di continuo il M5S e sostiene di aver pronte  un pacchetto di querele, anche se potrebbe risultare non sempre facile trovare il responsabile.

Da ieri l'altro ha iniziato anche Silvio Berlusconi che ha attaccato Grillo sostenendo che quando faceva solo il comico preferiva essere saldato in 'nero'. Nelle considerazioni che da tempo fa il Cavaliere i grillini hanno scavalcato - e di molto - i comunisti in quanto a pericolosità. Ed è per questo che l'ex presidente del Consiglio punta a rimettere insieme la stessa band di centrodestra, Lega compresa, in modo da drenare voti al M5S. I Fratelli d'Italia della Meloni e i vari cespugli centristi sono pronti. Frena invece la Lega di Matteo Salvini, ma Berlusconi sa come agire nei partiti alleati per ridimensionare un leader recalcitrante se non avverso.  Ne sa qualcosa Gianfranco Fini e, per certi versi, anche Marco Follini.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 16 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:55

Maurizio Costanzo si arrabbia in diretta con Belen: «Entra e falla finita»
Video

Maurizio Costanzo si arrabbia in diretta con Belen: «Entra e falla finita»

  • Daiana Lou: «Dopo l'addio a X Factor siamo felici come artisti di strada»

    Daiana Lou: «Dopo l'addio a X...

  • Cristina Donadio, la Scianel di Gomorra: «Napoli sta vivendo un momento magico»

    Cristina Donadio, la Scianel di Gomorra:...

  • L'intervista doppia: Veronesi e Scicchitano

    L'intervista doppia: Veronesi e...

  • Made in Sud 2017, il comico lascia il programma all'ultimo minuto: il suo messaggio spiazza tutti

    Made in Sud 2017, il comico lascia il...

  • Maria De Filippi, frecciata alla Rai nell'ultima puntata di «C'è posta per te»

    Maria De Filippi, frecciata alla Rai...

  • Lasciati Andare, il trailer ufficiale

    Lasciati Andare, il trailer ufficiale

  • Cristiano De Andrè: «Tutto quello che dice mia figlia Francesca è falso»

    Cristiano De Andrè: «Tutto...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-03-16 16:23:13
Come mai il PD e FI si preparano alla caccia del voto grillino?? A me non risulta che Il M5s si stia ritirando dalla politica, anzi e sempre e di molto più forte di prima.E siiiiiii noi italiani siamo dei grandi sognatori e rimaniamo quali e tali.Sogniamo, sogniamo, i sogni sono quasi sempre belli,però la realtà purtroppo è un`altra.
2017-03-16 17:14:59
Evidentemente il Sig. mario_da_francoforte non vive a Roma, se così fosse resterebbe abbagliato dagli splenditi risultati conseguiti in soli 8 mesi dalla giunta grillina... questi sono andati ben oltre i sogni...
2017-03-16 23:22:35
francoconegiallorosso 17.14....., Si vede che lei non è bene informato, quanto fatto e messo in programma dalla giunta romana. Si è vero io abito a Francoforte, però sono ben informato sulla situazione romana.Sono stati messi in campo concorsi per effettuare i diversi lavori necessari per Roma.Per legge questi concorsi dovrebbero durare 6 mesi prima di essere scelti per poi iniziare i lavori.Alcune ditte sono state scelte specializzate per risanamento stradale. I lavori devono essere fatti a dovere.Stanno arrivando i primi autobus dei 150 prenotati.Certamente non possono arrivare tutti in un colpo.Si sta creando un nuovo sistema di raccolta immondizia.Se le cose devono essere fatte a modo, ci vuole il tempo necessario.Non come fatto in passato. È stato distrutto Marino,mandato a casa dal notaio (vergogna).Ora si sta cercando di distruggere la Raggi. Mi chiedo ma che gente siamo, un pò di pazienza dovremmo averla.dopo i tanti casini fatti negli ultimi 20 anni.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA