ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Settimana rock, pop e jazz a Roma: cinque sere con Ligabue, poi tante band

Libague

Appuntamenti rock pop jazz da lunedì 11 a domenica 17 settembre
 
LUNEDI’ 11 SETTEMBRE

Musica/La Big Band Blues del Borgo
Serata di inizio settimana con il Laboratorio della Big Band Blues di Officine Musicali del Borgo. La Big Band Blues è uno degli esperimenti più riusciti della scuola, un’orchestra formata da allievi di tutte le età: avvocati, medici, architetti, psicologi o studenti che si trovano ad  affrontare brani dei Blues Brothers o dei Commitmens anche dopo pochi mesi di studio. Segue Happy Hour.
Fonclea, via Crescenzio 82a, dalle ore 18
 
MARTEDI’ 12 SETTEMBRE

Rock/Ligabue, cinque sere al Palalottomatica
«E' come tornare sul luogo del delitto», spiega Ligabue per annunciare le nuove date del tour che aveva annullato a marzo dopo essere rimasto senza voce al Forum di Assago scoprendo di avere un polipo alle corde vocali. Sei mesi dopo il cantautore (ma anche scrittore e regista) ha risolto il problema, è di nuovo on the road, recupera le date perse e per cinque giorni (stasera, domani, venerdì, domenica e lunedì) è sul palco del Palalottomatica con la sua formazione. Essendo afono l’inarrestabile Ligabue (cinquantasette anni compiuti il 13 marzo) non è riuscito a restare un semestre con le mani in mano e ha girato il film Made in Italy, intitolato come il suo ultimo album, con Stefano Accorsi e Kasia Smutniak. È la storia di Riko («un uomo onesto che vive di un lavoro che non ha scelto nella casa di famiglia che riesce a mantenere a stento, un uomo molto arrabbiato con il suo tempo, che sembra scandito solo da colpi di coda e false partenze»), uscirà nel gennaio del 2018, e nel film le vicende del protagonista si mescolano con quelle di altri personaggi delle canzoni del cd.

I brani di Made in Italy sono inseriti qua e là nella scaletta del concerto, che offre due dozzine di canzoni fra hit e novità, racconta l’eroismo quotidiano di tanti personaggi che fanno i conti con il loro tempo e la cui prima parte, secondo molti, vive di un’atmosfera in stile Bruce Springsteen nella quale Ligabue canta E’ venerdì, non mi rompete i coglioni come se avesse accanto la E Street Band. Fra i tanti brani  ci sono
 da Lambrusco & pop corn a G come giungla, Ho fatto in tempo ad avere un futuro, Piccola stella senza cielo, Questa è la mia vita, fino ai bis Certe notti e Urlando contro il cielo.

E’ una bella mitragliata di live di un musicista che ha sempre avuto le idee chiare e tutte le carte in regola, e sarà un piacere ritrovare la sua energia e la sua bravura dopo una lunga sosta. Con lui c’è una band di otto musicisti: sono i chitarristi Federico Poggipollini e Max Cottafavi, il tastierista Luciano Luisi, il bassista Davide Pezzin, il batterista e percussionista Michael Urbano e i fiati di Massimo Greco (tromba e flicorno), Emiliano Vernizzi (sax tenore) e Corrado Terzi (sax baritono). Non manca alle sue spalle un grande schermo, né di fronte al palco una lunga passerella che Liga usa per proporre i brani acustici proprio in mezzo alla platea. E’ un appuntamento da non mancare, specie se il musicista di Correggio è uno dei vostri artisti preferiti.
Palalottomatica, piazzale Pier Luigi Nervi 1, stasera, domani, venerdì, domenica e lunedì ore 21
 
Rock/I Beach Fossils al Monk
Un trio che viene da Brooklin, è nato nel 1009 ed è in tour per presentare il suo nuovo e appena uscito album Somersault: sono i Beach Fossils, ovvero James Dustin Payseur (vocalist, chitarrista, tastierista, bassista, autore dei brani), Jack Doyle Smith (contrabbasso) e Tommy Davidson (chitarrista), che stanno portando in tour europeo il loro nuovo album Somersault. Per scrivere gli 11 brani del disco Payseur ha chiesto per la prima volta la collaborazione degli altri due fondatori, e ha fatto centro. Il loro è un indie rock condito da tanti altri ingredienti, dal pop al surf, da atmosfere underground newyorkesi all’elettronica, dal jazz al lo-fi, e stavolta i tre usano un bel po’ di suoni e di strumenti diversi: archi, flauti, pianoforti, sassofoni, clavicembali, voci eteree e così via. Il riassunto del disco lo fa proprio Payseur: «Non so come definirlo ma non ci penso su tanto – dice. - Quando lavoriamo sulle canzoni e con gli strumenti lasciamo uscire ciò che vuole uscire: psichedelia, freestyle, elettronica, tutto. E non cerchiamo mai un tipo di sound specifico, purché venga fuori bene».
Monk Club, via Giuseppe Mirri 35, ore 21
 

 

MERCOLEDI 13 SETTEMBRE

Jazz/Hammondology a Villa Celimontana
L’organo Hammond è da decenni usatissimo nel jazz, e stasera il suo trascinante sound viene proposto da un trio trascinante, quello degli Hammondology: sono il tastierista e organista Vincenzo Lucarelli, il trombonista Robero Schiano e il batterista Gianluca Perasole.
Bouganville Celimontana, via della Navicella 12, ore 21
 
Musica/Forró Miór all’Aniene Festival
I Forró Miór sono una band diventata famosa per i suoi concerti esplosivi ed emozionanti di forró pé de serra con contaminazioni afro-latin, ritmo capace ogni volta di far viaggiare il proprio pubblico verso il Brasile più autentico. Fisarmonica, chitarra, zabumba e triangolo creano un groove ritmico irresistibile, i brani parlano di festa, danze, storie di immigrazione, lontananza, saudade, muovendosi tra milonga, cumbia, calypso, samba, latin jazz. Sono Nicolás Farruggia (voce e chitarra), Alberto Becucci (fisarmonica), Timoteo Grignani (zabumba, percussioni) e Walter Martins (triangolo, percussioni).
Aniene Festival, Parco Nomentano, Ponte Vecchio, apre dalle ore 18
 
Electro Pop/Gli Oy live a Villa Ada
Dopo un lungo tour in diversi torna un duo più che notevole, gli Oy: sono la cantante e musicista svizzero-ghanese Joy Frempong e il producer e musicista tedesco Lleluja-Ha e offrono canzoni dall’altro mondo nel loro nuovo album Space Diaspora. Il disco è un’opera spaziale, un’avanguardia che si balla attorno a un nucleo di loop vocali, elettronica e batteria: narra la storia del futuro prospero dell’umanità su un pianeta chiamato appunto Space Diaspora, nel quale gli esseri umani, miracolo, hanno finalmente sviluppato la capacità di imparare dai loro errori. Apre la serata NicoNote, cioè Nicoletta Magalotti, cantante, autrice e performer di base a Rimini.  
Roma Incontra il Mondo, Villa Ada, ore 21
 
 
GIOVEDI’ 14 SETTEMBRE
 
Reggae/Sud Sound System a Viteculture
Vengono dal Salento, sono partiti nel 1989 come una crew di dj specializzati in ragamuffin (quel parente  del reggae e del dancehall fatto con basi musicali sintetizzate e elettroniche) e hanno rapidamente fatto strada grazie al loro saporito cocktail che mescola il dialetto salentino con ritmi e testi jamaicani ma anche pizziche e tarantelle locali: ecco i Sud Sound System, che recuperano il concerto annullato il 6 agosto e presentano live Eternal Vibes, nuovo album della storica band ambasciatrice del reggae in Italia e nel mondo con le sue sonorità mediterranee, nonché il singolo Sienti moi. I SSS sono i tre fondatori e vocalist Papa Gianni (Giovanni Rollo), GgD (Pierluigi De Pascali) e Don Rico (Federico Vaglio) più il vocalist Terron Fabio (Fabio Miglietta) e il cantante, armonicista, attore e scrittore Nandu Popu (Fernando Blasi). Chiudono la rassegna romana con un set in cui è impossibile non ballare fino all’esaurimento delle energie (le vostre, perché le loro sono inesauribili) e cantano come sempre brani contro la mafia e per la giustizia, l’amore, il rispetto e la speranza.
Viteculture, Ex Dogana, viale Scalo San Lorenzo 10, ore 21
 
Cantautrici/Camilla Noci presenta Sette giorni
Sette giorni su sette è l’album di debutto della cantautrice romana Camilla Noci, innamorata della musica d'autore e di quella brasiliana in tutte le sue sfumature. Lo presenta live con Claudio Giusti (sax), Mario Caporilli (tromba), Andrea Pistilli (chitarra), Dario Troisi (tastiere), Guerino Rondolone (basso), Matteo Di Francesco (batteria) e Umberto Vitiello (percussioni). In scaletta sia i brani del disco che altri inediti nonché doverosi tributi a pietre miliari della nostra musica (come Lucio Dalla, Luigi Tenco e Pino Daniele), oltre a classici della musica popolare brasiliana.
Lian Club, Lungotevere dei Mellini 7 a, ore 21
 
Jazz/P.F.C.D Quartet a Villa Celimontana
Brani originali e standard del jazz con il P.F.C.D. Quartet, formazione di Massimo Pirone al trombone, Carlo Conti al sax tenore e baritono, Riccardo Fassi all’organo Hammond e Massimiliano Delucia alla batteria. E’ un quartetto dal sound ispirato agli anni 60 ma molto frizzante.
Bouganville Celimontana, via della Navicella 12, ore 22
 
Musica/Unusual Sounds al Parco
Unusual Sounds è una serata all’insegna di accostamenti sonori inusuali. Quello di Nico Morelli (piano e elettronica, con la voce di Barbara Eramo, le chitarre di Davide Berardi, il basso di Camillo Pace e la batteria di Mimmo Campanale) si chiama UnFOLKettable TWO e propone un insieme di jazz e musica popolare dove si fondono folk e jazz di varie provenienze, da Parigi alla Puglia. Quello di Annalisa De Feo e del suo progetto DOS (Duo Onirico Sonoro, con Marco Libanori alla batteria, percussioni, pad elettronico, effetti) va a colorare i suoni come se fossero un piccolo ensemble tra acustico ed elettronico, andando dal pop in stile cameristico radicato nella musica classica fino a sonorità jazz e balcaniche sperimentali.
Parco della Musica, teatro Studio Borgna, ore 21
 

VENERDI’ 15 SETTEMBRE
 
Hip hop/Dub FX live a Villa Ada
Australiano di Melbourne, 34 anni, Benjamin Stanford, meglio noto come Dub FX, è un musicista famoso per il suo modo alternativo di comporre brani musicali a base di hip hop, drum and bass, reggae e dub. La sua dote è la capacità di creare musica dal vivo usando solo le sue doti di beat boxer e l'ausilio di una pedaliera con cui modula la sua voce e crea degli effetti, dei loop, da usare come basi. Non si ferma mai, ha cominciato come musicista di strada e continua a viaggiare per l'Europa, da qualche tempo esibendosi in coppia con la sua fidanzata Flower Fairy, conosciuta durante un festival di busker a Manchester. Sono divertenti e pieni di energia.
Roma Incontra il Mondo, Villa Ada, ore 21
 
Dance/Slow Magic in scena al Monk
Slow Magic è un musicista, dj e artista elettronico che nasconde la sua faccia dietro una maschera coloratissima, un producer americano che si definisce «il vostro amico immaginario». Ha avuto un notevole successo con l’album How To Run Away e del quale è appena uscito il singolo Mind, che anticipa il terzo cd in fabbricazione. I suoi brani mescolano beat energici e melodie eteree creando una dimensione cosmica e sognante ai limiti tra dream pop e chillwave, e nel nuovo singolo le sue percussioni si fondono per la prima volta all’elemento vocale. Reduce da un tour negli Usa con gli australiani Rufus e il duo statunitense Odesza, è in tour in Europa e il suo sound è molto interessante.
Monk Club, via Giuseppe Mirri 35, ore 21
 
Gothic/Al Traffic i Theatres Des Vampires
I Theatres Des Vampires, Gothic Metal Band guidata dalla vocalist Sonya “Scarlet” Siccardi, s’ispirano alle atmosfere di Tim Burton e ai film horror, nei loro brani trattano il tema del vampirismo (così caro a tanti film e serial) e hanno fatto tour di successo in Inghilterra, Sudamerica e Russia. Ritornano a Roma dopo una lunga assenza per presentare l’ultimo album Candyland, un mix di sfumature sinfoniche e sonorità cupe e gotiche. Con Sonya suonano il chitarrista Giorgio Ferrante, il nassista Zimon Lijoi e il batterista Gabriel Valerio. Aprono la serata i romani Wait Hell In Pain, band alternative/melodic metal, con il nuovo cd Wrong Desire.
Traffic Live, via prenestina 738, ore 22
 
Jazz/Swing con il sestetto di Emanuele Urso
L’appuntamento del venerdì al Gregory è lo swing di Emanuele Urso, che offre insieme al suo sestetto un omaggio a Benny Goodman e Gene Krupa e suona brani d’annata con gli arrangiamenti originali di Benny Goodman, Glenn Miller e Fletcher Henderson. Al suo fianco Giuseppe De Simoni (tromba), Patrizio Destriere (sax), Fabrizio Guarino (chitarra), Adriano Urso (pianoforte), Giuseppe Civiletti (contrabbasso) e Francesco Bonofiglio (batteria).
Gregorys Jazz Club, via Gregoriana 54a, ore 21
 
Musica/I Camillas aprono Na Cosetta
Com’è tradizione la stagione del club romano del Pigneto riapre con il pop apocalittico de I Camillas. Il famoso duo di Pesaro si è trasformato ora in trio con l’arrivo di un nuovo elemento e vede sul palco Ruben Camillas (voce e chitarra), Zagor Camillas (voce e tastiere) e Michael Camillas (batteria). E' in tre che hanno registrato l’album Tennis d’amor, nove brani, spiegano, «in ordine umorale, che insegue l'emozione della scoperta del movimento corporeo fino al burrone dentro il quale ti lanci tranquillamente, perchè sai che materassi di cori e di violini ti rilanceranno in cielo».
a Cosetta, via Ettore Giovenale 54, ore 21
 
Jazz/Pellini dixieland a Buganville
Per il sassofonista Fabiano Red Pellini il vecchio jazz d’annata, quello nato a New Orleans, è alle radici del suo amore per la musica e stasera è di scena, appunto, insieme alla sua Dixieland Jazz Band. Con lui, al sax tenore, suonano il trombonista Michael Supnick, il clarinettista Attilio Berni, Giancarlo Colangelo al sax basso, Luca Filastro al pianoforte e Marco Mengotto alla batteria.
Bouganville Celimontana, via della Navicella 12, ore 21
 
 
SABATO 16 SETTEMBRE
 
Musica/RHaRF in cartellone a Villa Ada
R.Ha.R.F. ovvero Rhythm, Harmony, Repetition of Forms. E’ un gioco musicale nato da un’idea che ha già coinvolto Enrico Rava, Paolo Fresu e altri nomi del jazz e del non jazz, e ora proposto da un’équipe di solisti di altissima qualità. Sono Gianluca Petrella (uno dei migliori trombonisti del jazz internazionale), Leonardo Ramadori (un autentico scienziato delle percussioni), Dj Ralf (che alla consolle conosce come pochi gli alfabeti techno e house), e Fresco (un sound engineer di prim’ordine). Dal loro incontro nasce un mix nel quale jazz, ritmi, effetti e djing si mescolano ai più alti livelli, e quando giocano non è uno scherzo.
Roma Incontra il Mondo, Villa Ada, ore 21
 
 
Jazz/Gianni Oddi, auguri a Gillespie
In onore del centenario della nascita del grande trombettista Dizzy Gillespie, nato nel 1917 a Cheraw, South Carolina, il quartetto del sassofonista Gianni Oddi avrà come ospite il trombettista Cicci Santucci. I due musicisti interpreteranno insieme i brani di Dizzy, come Ow, Salt Peanuts, A Night in Tunisia, Manteca, Con Alma e così via. Accanto a Oddi e Santucci suonano il pianista Antonello Vannucchi, il bassista Stefano Napoli e il batterista Massimiliano Di Cristoforo.
Bouganville Celimontana, via della Navicella 12, ore 21
 
Cantautori/Lorenzo Lambiase a Na Cosetta
S’intitola Radical Shit! L’ultimo album del cantautore romano Lorenzo Lambiase, che ha messo sulla copertina una Marilyn Monroe in età avanzatissima. Il disco è un’ironica critica al ruolo dell’artista nella società moderna, alle contraddizioni in cui si cade per cercare di apparire originali a tutti i costi. Fra canzone d’autore e rock, Lambiase ci sa fare, canta e suona pianoforte, synth e chitarra, e presenta il disco dal vivo con Daniele De Seta alle chitarre e tastiere, Mattia Candeloro alle chitarre e Francesco Pradella alla batteria.
Na Cosetta, via Ettore Giovenale 54, ore 21
 
 
DOMENICA 17 Settembre
 
Jazz/Scoop Jazz Band a Villa Celimontana
The Scoop Jazz Band è un’orchestra nata da un gruppo di giornalisti e musicisti uniti dalla passione per il jazz, la bossanova, il blues & dintorni, che propone un misto di successi del repertorio standard jazzistico e di classici del blues e dello swing, con reinterpretazioni originali e gradevoli sia sul versante ritmico che su quello melodico. La formazione è nata nel 2010 per iniziativa del chitarrista Dino Pesole (Sole 24ore), del tastierista Antonio Troise (Quotidiano Nazionale), del sassofonista Romano Petruzzi (consulente del lavoro) e del percussionista Stefano Sofi (Il Messaggero), ha visto aggiungersi le voci di Donatella Càmbuli e Massimo Leoni (giornalista di Skytg24),  Antonello Mango al contrabbasso, Guido Cascone alla batteria, il sassofonista Sebastiano Forti e il trombettista Stefano Abitante e altri. Divertente e piena di sorprese, la band ogni tanto si modifica, ma la base resta più o meno la stessa.
Bouganville Celimontana, via della Navicella 12, ore 21
 
Cantautori/Pino Marino a Na Cosetta
Pino Marino, voce e pianoforte, torna con la sua formula Concertacolo di canzoni e altre storie, appuntamento in trio con Pino Pecorelli al contrabbasso e Fabrizio Fratepietro alla batteria, al vibrafono e alla seconda voce. Un nuovo passo del lavoro autunnale che porterà il cantautore alla prossima proposta discografica, che segue di due anni l'uscita di Capolavoro, del 2015.
Na Cosetta, via Ettore Giovenale 54, ore 21


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 11 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17-09-2017 13:25

Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui
Video

Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

  • Malika Ayane al MessaggeroTv: «Meglio essere strega che ipocrita»

    Malika Ayane al MessaggeroTv: «Meglio...

  • Malika Ayane ospite al MessaggeroTv: il backstage

    Malika Ayane ospite al MessaggeroTv: il...

  • Federica Panicucci al posto di Barbara D'Urso al Capodanno di Canale 5: ecco il vero motivo della decisione

    Federica Panicucci al posto di Barbara...

  • Dove sono Benedetta Parodi e Claudio Lippi? Rivoluzione a Domenica in: ecco cosa è successo

    Dove sono Benedetta Parodi e Claudio Lippi?...

  • Noel Gallagher: «Il mio cosmic rock in “Who built the moon»

    Noel Gallagher: «Il mio cosmic rock in...

  • Johnny Depp nel nuovo video di Marilyn Manson: orge e lingerie fetish

    Johnny Depp nel nuovo video di Marilyn...

  • Facchinetti e Fogli di nuovo "Insieme". «Vi aspettiamo al Palalottomatica»

    Facchinetti e Fogli di nuovo...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA