ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, Alessandro Gassmann pulisce la via di casa e divide il popolo dei social network

Roma, Alessandro Gassmann divide il popolo dei social network

Ancora una volta Alessandro Gassmann divide il popolo dei social network. La prima volta era successo il 25 luglio scorso, quando su Twitter, con l’hashtag #Romasonoio, invitò i romani a prendere scopa e paletta per pulire la strada sotto casa e migliorare il decoro della città.



Oggi, il bis. E per lo stesso motivo. L’attore romano, con tanto di scopa sulle spalle, si è fatto un selfie dopo aver spazzato il vicolo sotto la sua abitazione, come promesso più di un mese fa. Ma non appena la foto è comparsa sui social, apriti cielo. Per molti si è trattato di un gesto nobile, degno di un uomo dedito al prossimo e legato amorevolmente alla sua città; per altri, invece, di un atto ignobile, ipocrita e pieno di falso moralismo. Solo bianco o nero, insomma. Nessuno ha usato sfumature di grigio per commentare la scelta di Alessandro Gassmann. Chi lo critica ferocemente punta il dito sulla sua capacità di “mettersi a favore delle telecamere” e utilizzare la sua romanità per farsi pubblicità in vista, magari, di un prossimo film in uscita. Ma i più cattivi lo vogliono con la ramazza nelle strade impolverate di periferia e non nei vicoletti del centro storico, già tirati a lucido dagli uomini dell’Ama. Qualcuno, poi, lo esorta ad andare nella propria casa per riassettare e fare le pulizie di inizio stagione; e qualcun altro gli fa notare che il pezzetto di strada sotto la propria casa lo pulisce sempre, senza per questo finire in tv o sui giornali. Ma il massimo dell’acidità lo raggiunge un utente di Facebook che si chiede: «Non si capisce dove finisce il personaggio pubblico e dove inizia l’uomo». A bilanciare le critiche ci hanno pensato le migliaia di fans dello “spazzino per amore”. Centinaia di post e tweet hanno eletto Gassman come cittadino modello e vero romano. L’unico a capire come coprire il vuoto politico e amministrativo della città. Una sorta di paladino della buona volontà a dispetto del pessimismo cosmico che regna nella Capitale da mesi. E Alida lo incorona sindaco: «Bravo sono d'accordo è ora che tutti ci rimbocchiamo le maniche... è troppo facile solo criticare, il degrado è anche colpa della nostra maleducazione, si buttano fazzoletti e cicche di sigarette dal finestrino, se si hanno della cartacce in mano, non si aspetta di trovare un cestino, si pensa bene di buttarlo a terra.......e non venitemi a dire che non è vero!!!».

Martedì 1 Settembre 2015 - Ultimo aggiornamento: 18:09

X Factor 11, Licitra emozionato: «Dedico la mia vittoria a Zampaglione e a mio nonno»
Video

X Factor 11, Licitra emozionato: «Dedico la mia vittoria a Zampaglione e a mio nonno»

  • Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

    Lacrime ed emozione alla camera ardente di...

  • Lando Fiorini, il figlio Francesco: «Un grande romanista, ma amato anche dai laziali»

    Lando Fiorini, il figlio Francesco:...

  • "Bevi qualcosa Pedro", il libro di Tullio Solenghi/ La videointervista

    "Bevi qualcosa Pedro", il libro di...

  • Jovanotti presenta «Oh, vita!», il suo ultimo cd e il libro «Sbam»

    Jovanotti presenta «Oh, vita!»,...

  • Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico: «Che emozione, ci festeggiai lo scudetto della Roma»

    Cesare Cremonini sbarca all'Olimpico:...

  • Max Giusti da sempre più “Cattivissimo me” in home video a “Va tutto bene” al teatro Olimpico

    Max Giusti da sempre più...

  • Gianni Morandi "a cento all'ora": canta l'amore con le canzoni d'autore scritte per lui

    Gianni Morandi "a cento...

Prev
Next

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA