ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Corrispondenti Rai, Goracci sicura. Sangiuliano e Piro restano

Lucia Goracci

Si intensificano le grandi manovre tra i direttori per sistemare la rosa dei corrispondenti nello scacchiere delle sedi internazionali della Rai. Ma alla fine sarà il dg Mario Orfeo a dare la formazione. Tra i papabili non sembrano più in corsa Gennaro Sangiuliano e Nico Piro. Il primo, vicedirettore del Tg1, si pensasse fosse destinato a Berlino, ma resterà al Tg1 in attesa di un probabile incarico di peso e responsablità. Il secondo è l’inviato del Tg3. Era in corsa per una poltrona negli States o per un posto a Istanbul assieme a Lucia Goracci, inviata di Rainews. Ma Piro non è stato appoggiato dalla vecchia guardia del Tg3, la cui ala è stata ribattezzata soviet proprio dai giornalisti del telegiornale della terza rete. In pratica Piro non è stato ritenuto abbastanza di sinistra per meritarsi il trasferimento. I recenti contenziosi con l’ex direttore Berlinguer non sono stati dimenticati.

E pensare che Piro, pochi giorni fa, ha vinto il Premiolino, ambito riconoscimento giornalistico, che gli è stato consegnato con tanti complimenti dall’ex direttore editoriale della Rai, Carlo Verdelli. Evidentemente anche questa investitura non ha deposto a suo favore per convincere i senatori del Tg3. Del resto anche Giovanna Botteri pare non gradisse la candidatura di Piro per New York.

Per gli States, salvo sorprese dell’ultim’ora, dovrebbero partire Oliviero Bergamini del Tg1 e Donato Bendicenti di RaiNews. Sempre in pole per Istanbul Lucia Goracci. Con un vice proveniente dal Tg3 (ma non sarà Maria Cuffaro, apprezzata per il suo programma anche dai vertici di Raitre) o dal Tg2 (Angelo Figorilli il papabile, anche se il direttore Ida Colucci lo vorrebbe a Roma come capo degli Esteri).

A Berlino dovrebbe andare Barbara Gruden del Tg3. Al Gr sembra destinato il posto di Parigi, con Laura Pepe favorita. L’altra poltrona destinata al Tg1 sarà assegnata a Sergio Paini, un giornalista che conosce molte lingue (finirà a Mosca?).
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:39

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno
Video

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno

  • Floris: a dimartedì la satira di Gene Gnocchi, ci occuperemo anche di sport

    Floris: a dimartedì la satira di Gene...

  • Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde Garko con Raoul Bova

    Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde...

  • L'ex velina Alessia Reato: «Tornerò in tv con un ruolo inedito. Intanto Mikaela goditi Striscia la notizia»

    L'ex velina Alessia Reato:...

  • Abel Ferrara, regista: «Roma non sarà mai come Londra, o Parigi»

    Abel Ferrara, regista: «Roma non...

  • Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai della Prova del cuoco: la prima puntata ha rischiato di saltare

    Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai...

  • Valeria Golino nei panni di una non vedente: «Così ho imparato a recitare senza usare gli occhi»

    Valeria Golino nei panni di una non vedente:...

  • Torna Tale e quale show, Carlo Conti: «Sanremo? Meglio fermarsi un attimo»

    Torna Tale e quale show, Carlo Conti:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-07-11 15:18:38
ma la Botteri ancora non la mandano via da NY???? Scandaloso. Sono piu' di 10 anni che sta li!

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA