ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Il ritorno al futuro del Biscione. Silvio ridà la carica a Pier Silvio

Pier Silvio Berlusconi

È bastato rivedere Sivio Berlusconi di nuovo in palla per trasmettere alla squadra di Mediaset, capitanata da Pier Silvio Berlusconi la grande voglia di sfidare di nuovo tutti i competitor, allo scopo di dimenticare la depressione scaturita dalla crisi economica, ben più lunga del previsto "che ha contingentato gli investimenti" (parole del vicepresidente). Per non parlare poi dell'annosa vicenda Vivendi-Premium. 

Il Biscione di Cologno è leader nei video visti, vanta milioni di contatti giornalieri e ottimi risultati negli ascolti del target commerciale, nonché tra il pubblico più giovane. Le reti generaliste sono più che mai vive, restano il core business dell'azienda. Iris è leader tra le tematiche (e in queste ore è stato acquistato pure il canale 20 del telecomando dtt). Radio Mediaset sta diventando sempre più forte (dopo Radio 105, R101 e Virgin Radio arriva Radio Subasio).

C'è Premium che può sfruttare l'ultimo anno di Champions (gli utenti potranno tornare ad acquistare la singola partita senza abbonarsi a tutta la competizione), seppure la pay tv, da asso nella manica che era, si sia trasformata in una pesante zavorra. Anche perché il mercato degli abbonati non è cresciuto. "E poi - come ha sottolineato Pier Silvio Berlusconi alla presentazione dei palinsesti autunnali - gli eventi sportivi costano sempre cifre folli e col calcio alla fine si perde sempre".

Se la pay è come un calciatore fuori forma, ecco spuntare dalla panchina un sostituto valido che potrebbe non farlo rimpiangere perché al passo con i tempi e con le nuove tecnologie. Si tratta del sistema Play, la nuova piattaforma streaming on demand gratuita. Basta una smart tv sul televisore per vedere gratis, tramite dispositivi connessi (smartphone e tablet) i contenuti Mediaset, con programmi che ripartono dall'inizio, con l'on demand e il download. Mediaset si allinea al competitor Sky, ma dicendo addio a digitale terrestre e parabola. Anche il Biscione, dunque, entra nell'era degli Over-The-Top (Ott), quelle imprese che forniscono - attraverso la rete Internet - servizi, contenuti (soprattutto video). E hanno già cominciato a trasmettere gli eventi, finora sotto l'egida delle pay tv. Il futuro è già presente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 6 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:04

Maneskin, Ilenia Pastorelli "corteggia" Damiano: «Che je posso da' un bacetto?»
Video

Maneskin, Ilenia Pastorelli "corteggia" Damiano: «Che je posso da' un bacetto?»

  • "L'ora più buia", il film su Churchill arriva nelle sale: la clip esclusiva

    "L'ora più buia", il...

  • Arisa e il vero motivo della sua trasformazione: «Non seguirmi più se non ti piace»

    Arisa e il vero motivo della sua...

  • Golden Globe, l'ovazione delle star per Ophrah Winfrey

    Golden Globe, l'ovazione delle star per...

  • Tre anni senza Pino Daniele: un cofanetto speciale per ricordarlo

    Tre anni senza Pino Daniele: un cofanetto...

  • X Factor 11, Licitra emozionato: «Dedico la mia vittoria a Zampaglione e a mio nonno»

    X Factor 11, Licitra emozionato:...

  • Ferzan Ozpetek e la visita al Messaggero

    Ferzan Ozpetek e la visita al Messaggero

  • Lacrime ed emozione alla camera ardente di Lando Fiorini

    Lacrime ed emozione alla camera ardente di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-07-06 20:42:12
incapace e incompetente, ma figlio di papà

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA