All'Auditorium Santa Chiara è stagione di mandarini: in scena la Compagnia degli Intronati
In poco più di un anno di vita, il gruppo teatrale Compagnia degli Intronati ha già collezionato numerose recensioni positive. Sono giovani, va bene, ma se questo è l'elemento che li rende dinamici in palcoscenico, sono in realtà la loro cultura e l'inventiva a emergere dalle loro performance.

Sanno perfettamente che per un attore il teatro è la casa, ma spesso una casa difficile da gestire perché il cinema fa da sempre la parte del leone nel campo della recitazione. «Nasciamo nell'autunno del 2015 - dicono di se stessi - da un gruppo di nove ragazzi che hanno deciso per follia o per magia di andare in scena».

E sarà questa magia che li incoraggia fino ad arrivare ai nostri giorni. Infatti la Compagnia degli Intronati va in scena con il suo terzo spettacolo da domani al 22 dicembre a Roma presso l'Auditorium Santa Chiara in via Zandonai. 
La piece si intitola Mandarini per merenda, scritta e diretta da Carola Germini.

Roma, 1936. Una famiglia vive e si confronta in una casa di Testaccio. Mentre a New York Billie Holiday incide Summertime, nello stesso anno Mussolini da Piazza Venezia annuncia la vittoria della guerra in Etiopia e a Modena la fine delle giornate bolognesi.

Un interno famigliare, uno spazio forse troppo stretto per ospitare idee e ideologie tra loro così diverse. E allora l'unione famigliare - i mandarini per merenda - basteranno a non dividerli? I ragazzi della Compagnia degli Intronati ci invitano a scoprirlo. Non deludiamoli.
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI e CULTURA