Roma, “Il segreto del teatro”, attori disabili contro ogni barriera
“Dove c’è talento non esistono barriere”. E’ questo il motto dell’ accademia “Arte nel cuore”, una scuola di teatro, musica, danza e canto che a Roma accoglie con un piccolo contributo i ragazzi con disabilità insieme a normodotati. Quest’anno si apprestano a sbancare il botteghino, portando in scena dal 21 marzo al 2 aprile al teatro Sala Umberto di Roma, dove reciteranno a fianco di attori professionisti, la commedia “Il segreto del Teatro”  (Viola Produzioni di Alessandro Longobardi) dello scrittore israeliano Gur Koren, con la traduzione di Danilo Rana, per la regia di Lorenzo Gioielli.
 
 

Sono: Emanuela, Valeria, Ajay, Ludovica e Alessandro tutti ragazzi sotto i 30 anni di età che hanno diversi tipi di disabilità, ma che sognano di diventare attori e di emozionare il pubblico.

 «L’idea è nata –spiega il regista Lorenzo Gioielli- perché conosciamo da tempo l’attività dell’accademia “Arte nel cuore” e abbiamo scelto di far interpretare parte della compagnia di diversamente abili a dei veri diversamente abili, scoprendo che diversamente è un avverbio piuttosto inutile quando si parla della natura degli esseri umani. Siamo tutti diversamente abili e la normalità è soltanto una parola». «Quello che abbiamo intrapreso insieme è stato un viaggio sbalorditivo, invito tutti a venire  a vedere lo spettacolo, perché saranno due ore che non dimenticheranno mai più».

La commedia racconta la storia di una famiglia di spacciatori di cocaina, madre stilista di abiti da sposa, padre gangster dal cuore d’oro e figlio ipertecnologico a un passo dalla laurea, che si trova di fronte un gravissimo problema: è necessario trasferire un’ingente quantità di droga in Macedonia, ma il corriere normalmente utilizzato è morto per un tragico errore di trasporto. Gli spacciatori decidono di nascondere la sostanza stupefacente nei bauli di una compagnia amatoriale di attori diversamente abili che partecipano a un concorso teatrale, per l’appunto, in Macedonia dove metteranno in scena in scena Romeo e Giulietta. Il loro spettacolo, quindi, verrà prodotto dalla famiglia di spacciatori. Shakespeare, la cocaina, l’amore e la disabilità creeranno una miscela esplosiva, come solo in teatro può accadere.

«Questo spettacolo  è la dimostrazione concreta che “dove c’è talento non esistono barriere” –afferma Daniela Alleruzzo, presidente Arte nel cuore - da tanti anni, dodici, siamo impegnati a dimostrare il valore dell’integrazione, il talento e la possibilità concreta di inserimento professionale di attori disabili professionisti. Non è poi una missione così impossibile».

“Il segreto del Teatro” è una commedia iperattiva, vitalissima e scorretta, che racconta come tutti siamo diversamente abili e che la normalità è una supposizione che cede improvvisamente quando non riusciamo a fingere di essere normali. Da non perdere.

Per maggiori informazioni: Dal 21 marzo al 2 aprile, al Sala Umberto Via della Mercede, 50 Roma (Tel. 06 6794753 www.salaumberto.com). biglietti da 32€ a 23€. Orario: martedì, giovedì, venerdì ore 21.00 – mercoledì ore 17.00, sabato ore 17.00 e 21.00 - domenica ore 17.00.
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI e CULTURA