ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Crozza-Razzi dà 10 euro a Maria De Filippi: «Non puoi lavorare "aggratis"»

Crozza-Razzi dà 10 euro a Maria: non puoi lavorare gratis

Maurizio Crozza irrompe sul palco di Sanremo nei panni del senatore Razzi, una delle sue maschere cult. Ironizza sullo scandalo furbetti di Sanremo («Quando ho visto quelli che timbravano il cartellino in mutande e poi andavano a casa, ho pensato 'ma quello è il paradisò) e cita tra i brani preferiti 'Papaveri e pecore': «Alla mia fidanzata ci regalavo tante pecore e le dicevo 'mettiti a papavero'».
 

 

Poi una gag con la De Filippi. Dopo la presentazione da parte di Maria, Crozza-Razzi porge alla conduttrice una banconota. «Tieni 10 euro, non puoi lavorare aggratis, è diseducativo per i bambini». Poi la afferra come per stamparle un bacio, diventato ormai un format di questo festival. Crozza-Razzi bacchetta Carlo Conti che nel siparietto 'a margine' della scena, sbaglia le battute. E alla fine dello sketch, da buon genovese si fa ridare i 10 euro da Maria («Sono la paghetta dei miei figli»). E Conti ringrazia nuovamente Discovery per aver concesso la liberatoria all'attore. 

Nel mirino di Crozza finisce anche Donald Trump. «Se mi chiedi di lui, mi tocchi in zona alogena». «È l'unico che mantiene le promesse, lascia stare che sono promesse del cazzo, ma le mantiene. Conosce 77 parole, di cui tre sono Ku klux klan. Non male, c'è chi con quattro - fatte li cazzi tua - è diventato senatore». E sul muro con il Messico, Crozza-Razzi spiega: «il muro va fatto. Hai mai mangiato il cibo? Ti rimane sullo stomaco. Secondo te perché Speedy Gonzales correva?». E le polemiche con i pellerossa per l'oleodotto? «Mettono la pasta fissan. Ah, gli indiani... ma non avevano vinto i cowboy?».

A fine esibizione per Crozza c'è spazio per un ringraziamento tutto personale: «Nel 2005 a Reggio Emilia, io non ero nessuno, Antonio Campo Dall'Orto venne da me e mi chiese di fare un programma a La7. Se non ci fosse lui, io qua non ci sarei mai venuto», dice rivolto al direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 11 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-02-2017 09:32

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno
Video

Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno

  • Floris: a dimartedì la satira di Gene Gnocchi, ci occuperemo anche di sport

    Floris: a dimartedì la satira di Gene...

  • Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde Garko con Raoul Bova

    Gaffe a Miss Italia, Facchinetti confonde...

  • L'ex velina Alessia Reato: «Tornerò in tv con un ruolo inedito. Intanto Mikaela goditi Striscia la notizia»

    L'ex velina Alessia Reato:...

  • Abel Ferrara, regista: «Roma non sarà mai come Londra, o Parigi»

    Abel Ferrara, regista: «Roma non...

  • Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai della Prova del cuoco: la prima puntata ha rischiato di saltare

    Maltempo a Roma, allagati gli studi Rai...

  • Valeria Golino nei panni di una non vedente: «Così ho imparato a recitare senza usare gli occhi»

    Valeria Golino nei panni di una non vedente:...

  • Torna Tale e quale show, Carlo Conti: «Sanremo? Meglio fermarsi un attimo»

    Torna Tale e quale show, Carlo Conti:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA