ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Biennale College: Zen, Yuva e Deva i film dei nuovi talenti pronti per il red carpet

Il film Yuva (Turchia) di Emre Yeksan, tra i tre selezionati per Biennale College Cinema

Si sono concluse le riprese dei tre film della sesta edizione (2017-2018) di Biennale College - Cinema, che saranno presentati in prima mondiale alla prossima 75esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (29 agosto - 8 settembre 2018).
 

 

Il primo dei tre film selezionati è Zen in the Ice Rift (Italia) - Margherita Ferri (regista), Chiara Galloni (produttore) - la storia di Maia, detta Zen, una sedicenne riottosa e solitaria che vive in un piccolo paese dell'Appennino emiliano; è l'unica femmina della squadra di hockey locale e i suoi compagni non perdono occasione di bullizzarla per il suo essere maschiaccio. Quando Vanessa - l'intrigante e confusa fidanzata del capitano della squadra -, scappa di casa e si nasconde nel rifugio della famiglia di Maia, lei si trova per la prima volta a fidarsi di un'altra persona, la prima a cui rivelerà le proprie emozioni più profonde. Entrambe spinte dal bisogno di uscire dai ruoli che la piccola comunità le ha forzate a interpretare, Maia e Vanessa iniziano un viaggio alla ricerca della propria identità di genere e sessualità, liquide e inquiete come solo l'adolescenza sa essere.

Il secondo è
Yuva (Turchia) - Emre Yeksan (regista). La vita solitaria, tranquilla e bucolica di Veysel, un uomo che abita nei boschi, viene distrutta quando quella terra è venduta ad alcuni investitori. Un giorno arriva in città il fratello minore, Hasan, per convincerlo ad abbandonare quei luoghi. Mentre la minaccia di una espulsione forzata cresce rapidamente, il tardivo confronto tra due fratelli porta alla scoperta di una casa magica: un universo nascosto nel cuore della foresta.

Il terzo titolo è 
Deva Mall (Ungheria) - Petra Szocs (regista). Nella piccola cittadina rumena di Deva, Kato, una ragazzina che vive in orfanotrofio, rimane folgorata mentre è intenta ad asciugarsi i capelli. Questo accadimento cambia il mondo che vede girare intorno a lei. L'orfanotrofio è invaso da elettricisti, e da una nuova volontaria, Bogi, assunta per supportare i lavori in quel periodo. Kato si infatua di Bogi e, quando scopre che dovrà partire, decide di sacrificare un vecchio volontario per la nuova.

È la sesta edizione di Biennale College - Cinema, l'iniziativa lanciata nel 2012 dalla Biennale di Venezia per la produzione di tre lungometraggi a micro-budget da realizzarsi con 150mila euro. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 5 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09-07-2018 00:39

Nino D'Angelo: «I neomelodici? Li ho inventati io»
Video

Nino D'Angelo: «I neomelodici? Li ho inventati io»

  • Alex Britti: «E ora sogno di suonare con Sting»

    Alex Britti: «E ora sogno di suonare...

  • Le dichiarazioni del Pirata Johnny Depp: «I love Rome»

    Le dichiarazioni del Pirata Johnny Depp:...

  • Bob Sinclar a Roma: "Io un'icona? Solo solo un dj..."

    Bob Sinclar a Roma: "Io un'icona?...

  • Alda D’Eusanio contro la Rai: «Hanno fatto di me carne di porco»

    Alda D’Eusanio contro la Rai:...

  • Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste nella top ten

    Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste...

  • Simona Ventura: «Se fossi nata uomo sarei direttore generale della Rai»

    Simona Ventura: «Se fossi nata uomo...

  • Björk annulla il concerto a Roma

    Björk annulla il concerto a Roma

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA