ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Molestie, Weinstein avrebbe cercato di ottenere 25 milioni di dollari da Netflix: "Gli servivano per comprare il silenzio delle sue accusatrici"

Harvey Weinstein

Le avrebbe provate proprio tutte Harvey Weinstein per mettere a tacere lo scandalo sessuale che l’ha travolto. Dopo aver addirittura ingaggiato degli ex agenti del Mossad, il servizio segreto israeliano, in modo da rintracciare le donne molestate e far pressione su di loro affinché ritirassero le accuse contro di lui, lo scorso ottobre, quando la bufera stava per imperversare, per ottenere una bella sommetta e comprare il silenzio delle sue vittime, il fondatore della Miramax avrebbe bussato infatti anche alla porta di Netflix.
 
A sostenerlo è Page Six, che cita una fonte anonima secondo cui l’ex potente produttore avrebbe cercato di racimolare venticinque milioni di dollari provando a vendere all’azienda californiana i diritti di alcuni suoi film.
 

 


«Ovviamente - ha spiegato l’insider - Harvey non andò da loro chiedendo dei soldi. Gli parlò di un affare e della possibile cessione di una parte delle pellicole del suo catalogo. I vertici della compagnia, però, saggiamente rifiutarono».

Rilanciata dal Dailymail e da tantissimi media internazionali, l’indiscrezione è stata ignorata da Netflix, che ha scelto di non commentare, e smentita dai portavoce di Weinstein, che l’hanno definita «falsa» e «priva di senso».
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 19 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20-12-2017 10:51

Andrea Perroni in tv con Fan Caraoke: «Ho guidato nudo con la Cuccarini»
Video

Andrea Perroni in tv con Fan Caraoke: «Ho guidato nudo con la Cuccarini»

  • Gabriele Cirilli, 30 anni di carriera a teatro: «E ora vorrei uno show tutto mio in tv»

    Gabriele Cirilli, 30 anni di carriera a...

  • Clamorosa gaffe al GF 15: «Dov'e` il mio telefono?», spunta un cellulare nella casa

    Clamorosa gaffe al GF 15: «Dov'e`...

  • «Sistematici tradimenti di Andrea Damante», il web scatenato sulla rottura con Giulia De Lellis

    «Sistematici tradimenti di...

  • Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»

    Il rapper Jesto: «Ho una storia...

  • Prince il giorno prima di morire, la star in un video diffuso dalla polizia

    Prince il giorno prima di morire: la star in...

  • Cremonini per la prima volta negli stadi: «Il coraggio di essere liberi e felici»

    Cremonini per la prima volta negli stadi:...

  • Grande Fratello, l'audio che incastra Veronica Satti: «C'è un cellulare nella Casa»

    Grande Fratello, l'audio che incastra...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-12-19 18:25:10
L'estromissione di porconi e pedofili dalla società civile è una battaglia che rischia di insabbiarsi nel momento stesso in cui passerà di moda parlarne.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA