ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Oscar, l'Italia corre con Fuocoammare
Sorrentino: "Bellissimo, ma andava candidato tra i documentari"

ll regista Gianfranco Rosi con l'Orso d'oro vinto a Berlino

Glielo aveva sussurrato in un orecchio Meryl Streep, presidente della Giuria del Festival di Berlino, consegnadogli l'Orso d'oro: "E adesso devi arrivare fino all'Oscar". "Fuocoammare". Il toccante documentario di Gianfranco Rosi ambientato a Lampedusa, dopo il trionfo a Berlino è ora il candidato italiano all'Oscar nella categoria del miglior film in lingua non inglese. E' stato scelto da una commissione istituita presso l'Anica, e della quale faceva parte anche il regista Paolo Sorrentino che l'Oscar lo ha vinto nel 2014 per "La grande bellezza". E oggi si dissocia dalla scelta: "Fuocoammare è un bellissimo film", spiega al Messaggero il geniale regista napoletano, "ma avrebbe dovuto essere candidato nella categoria dei documentari, dove avrebbe avuto grandi chances di vittoria, mentre tra i film di finzione avremmo potuto candidare "Indivisibili" di Edoardo De Angelis", così saremmo andati all'Oscar con due titoli forti. Invece, ora rischiamo di depotenziare il cinema italiano".
La candidatura di "Fuocoammare" rappresenta un nuovo successo di Rosi che nel 2014 vinse il Leone d'oro a Venezia con il documentario "Sacro GRA" dedicato alla periferia di Roma. "Fuocoammare" racconta, con lo stile asciutto e al tempo stesso poetico del regista, la vita a Lampedusa, l'isola che da anni è in prima linea sul fronte dell'accoglienza ai migranti. Protagonisti sono i suoi abitanti alle prese con l'emergenza che entra prepotentemente nella loro quotidianità: il medico che per primo visita i profughi salvati in mezzo alle onde, i bambini lampedusani che osservano gli adulti e la loro convivenza a volte complessa con i migranti, gli ufficiali di marina che pattugliano il mare. "Sono felice, il mio film ha fatto un lungo cammino e ora è di tutti", dice Rosi da Parigi, dove "Fuocoammare" esce nelle sale. "In un mondo che continua ad erigere barriere, spero contribuisca a far capire il dramma dei migranti e a promuovere la cultura dell'accoglienza".
Nella scelta del candidato italiano, "Fuocoammare" ha avuto come concorrente diretto "Indivisibili", il nuovo film di Edoardo De Angelis applauditissimo a Venezia alle Giornate degli Autori (sarà nelle sale il 29 settembre). Gli altri film che si erano iscritti alla gara per la candidatura erano "Perfetti sconosciuti", "Lo chiamavano Jeeg Robot", "Gli ultimi saranno ultimi", "Pericle il Nero", "Suburra". Della commissione, oltre a Sorrentino, facevano parte la presidente di Cinema per Roma Piera Detassis, Nicola Borrelli del ministero, i produttori Tilde Corsi e Roberto Sessa, i distributori Osvaldo De Santis e Roberto Melzi d'Eril, il giornalista Enrico Magrelli, lo scrittore Sandro Veronesi.
Anche il ministro Dario Franceschini si è felicitato per la scelta di "Fuocoammare", un film che "affronta con crudezza e poesia un tema universale".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 26 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 27-09-2016 22:23

Clamorosa gaffe al GF 15: «Dov'e` il mio telefono?», spunta un cellulare nella casa
Video

Clamorosa gaffe al GF 15: «Dov'e` il mio telefono?», spunta un cellulare nella casa

  • «Sistematici tradimenti di Andrea Damante», il web scatenato sulla rottura con Giulia De Lellis

    «Sistematici tradimenti di...

  • Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»

    Il rapper Jesto: «Ho una storia...

  • Prince il giorno prima di morire, la star in un video diffuso dalla polizia

    Prince il giorno prima di morire: la star in...

  • Cremonini per la prima volta negli stadi: «Il coraggio di essere liberi e felici»

    Cremonini per la prima volta negli stadi:...

  • Grande Fratello, l'audio che incastra Veronica Satti: «C'è un cellulare nella Casa»

    Grande Fratello, l'audio che incastra...

  • Alessia Marcuzzi svela chi avrebbe dovuto vincere L'Isola dei Famosi: le sue dichiarazioni pungenti

    Alessia Marcuzzi: «Ecco chi avrebbe...

  • Grande Fratello, il Ken umano senza capelli: l'incredibile trasformazione di Angelo Sanzio

    Il Ken umano senza capelli:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA