ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Premio Ferrari al Messaggero per il miglior titolo del 2016

Premio Ferrari al Messaggero per il miglior titolo del 2016

Il Messaggero si è aggiudicato il Premio Ferrari, giunto al traguardo della decima edizione per il Titolo dell'Anno. Così ha deciso la giuria, composta da illustri nomi della cultura e del giornalismo italiano. Il riconoscimento è andato al nostro giornale per il titolo «Cuba libre», apparso sulla prima pagina del 27 novembre 2016, sintesi delle sei pagine dedicate alla morte di Fidel Castro.

Questa la motivazione: «Dei tanti titoli sulle prime pagine dei quotidiani, questo del Messaggero è senz'altro il più ammiccante, il più effervescente. Perché, facendo ricorso al nome di un cocktail entrato nella leggenda, ha raccontato in due parole la fine di un'egemonia e di un carisma che sono durati quasi mezzo secolo».
 


È la prima volta che il Messaggero si aggiudica il Premio Ferrari, ritirato dal direttore Virman Cusenza. Così come Famiglia Cristiana che ha conquistato la «Copertina dell'Anno». Questa la motivazione: «L'immagine della bambina che si sporge dal finestrino del treno per prendere due mele da una mano inguantata suscita una tenerezza che si scontra con le due parole terribili del titolo «Bambini perduti». Una voluta contrapposizione grazie alla quale la copertina dice, in modo esemplare, di un dramma quotidiano, quello di migliaia di piccoli migranti che arrivano nel nostro paese e poi scompaiono nel nulla». 

La proclamazione dei vincitori è avvenuta ieri alla Triennale di Milano insieme alla consegna del Premio «Arte di Vivere Italiana - Articolo dell'Anno» destinato al giornale straniero che abbia valorizzato lo stile di vita italiano. È risultato vincitore il Wall Street Journal Magazine con un reportage sulla scuola di cucina di Anna Tasca Lanza, dal titolo «A Slice of Sicilian». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 19-06-2017 00:10

Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»
Video

Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»

  • Prince il giorno prima di morire, la star in un video diffuso dalla polizia

    Prince il giorno prima di morire: la star in...

  • Cremonini per la prima volta negli stadi: «Il coraggio di essere liberi e felici»

    Cremonini per la prima volta negli stadi:...

  • Grande Fratello, l'audio che incastra Veronica Satti: «C'è un cellulare nella Casa»

    Grande Fratello, l'audio che incastra...

  • Alessia Marcuzzi svela chi avrebbe dovuto vincere L'Isola dei Famosi: le sue dichiarazioni pungenti

    Alessia Marcuzzi: «Ecco chi avrebbe...

  • Grande Fratello, il Ken umano senza capelli: l'incredibile trasformazione di Angelo Sanzio

    Il Ken umano senza capelli:...

  • David Copperfield, svelato il trucco più famoso: spettatore chiede risarcimento

    David Copperfield, svelato il trucco...

  • «Mia madre non voleva che piangessi al funerale di papà»: De Filippi spiazza il pubblico con queste parole

    Maria De Filippi: «Mia madre non...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-06-13 10:02:21
Strano che non abbiano usato "Cuba choc"....
2017-06-13 10:52:48
Complimenti a tutti i giornalisti del Messaggero

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA