ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Schmidt, direttore Uffizi: «La loggia di Isozaki? Un buco nero con la gru»

Il  direttore degli  Uffizi Eike Schmidt durante la presentazione dell'Auditorium Vasari ( ANSA/ MAURIZIO DEGL'INNOCENTI )

Inaugurazione delle nuove sale e polemiche agli Uffizi di Firenze. Il direttore Eike Schmidt è andato infatti lancia in resta contro l'opera mai realizzata dall'architetto giapponese Arata Isozaki che negli anni '90 vinse un concorso per realizzare la loggia di uscita dalla galleria. Ma quello spazio, ad oggi è «un buco nero con una grande gru sopra. E questo è un problema che va assolutamente risolto». Sull'annosa questione della realizzazione della Loggia, opera da molti criticata nel corso degli anni, il direttore tedesco è intervenuto svariate volte dall'inizio del suo mandato. Ma all'inaugurazione di un auditorium e di nuove sale del celebre museo dedicate al suo progettista Giorgio Vasari - una  contiene il modello della loggia creato dai Isozaki ed i progetti vincitori rimasti sulla carta- sbotta. «Il fatto di avergli dedicato una sala, prima ancora di realizzare la loggia, è un anomalia: non la sala in sè, ma la mancanza della loggia», ha osservato Schmidt. Che poi non si è fermato: «Ormai siamo a 19 anni dopo la grande vittoria di Isozaki del concorso, e nel frattempo ha vinto pure il ricorso che era stato presentato. L'Italia è uno stato di diritto, quindi non c'è nessuna ragione, amministrativa e legale, per non realizzare questa struttura».
Insomma il problema c'è; e a segnalarlo è anche il sindaco Dario Nardella. «Sono fiducioso sul fatto che il ministro Franceschini trovi una soluzione, perché, in effetti, una soluzione è necessaria, qualunque strada si prenda», commenta l'inquilino di Palazzo Vecchio, sottolineando che del «progetto, promosso dallo Stato, da anni se ne stanno occupando tutti i ministeri: noi come Comune non possiamo che svolgere un ruolo eventualmente di supporto. Non possiamo essere noi a fare il primo passo».
Certo, come testimonia anche la questione della permanenza in sella ai supermusei usciti dalla riforma Franceschini del Mibact, inviata sotto la lente dell'Adunanza plenaria del Consiglio di Stato per "conflitto giurisprudenziale", «in Italia c'è un grande caos normativo», rileva Schmidt. «Se ci venissero oggi Cesare o Seneca, chissà come si sentirebbero, a vedere cosa é diventata la lineare chiarezza del loro diritto romano...» scherza. E a chi gli chiede se, nonostante gli impegni assunti da tempo per la direzione del Kunsthistorisches Museum di Vienna a partire dal 2020, se la sentisse comunque di restare per un secondo mandato alla guida degli Uffizi, il direttore tedesco risponde con un'altra battuta: «I massimi giudici amministrativi stanno dibattendo anche su questo. Non so se mi farebbero restare», sorride.
Assicurando però che il suo lavoro a Firenze gli piace molto: «lo amo ogni minuto: é fantastico tutto quello che si può fare nonostante, le mille difficoltà e intoppi», rivela. Intanto il 2018 in galleria sarà l'anno di rivoluzione globale degli spazi: prima mossa del complesso 'tetris' che cambierà il volto (interno) del più celebre museo italiano sarà, annuncia Schmidt, «l'apertura, tra due settimane delle nuove sale color rosso vivo dedicate a Caravaggio e ai pittori del '600». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 5 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:54

Grande Fratello, Filippo e i maltrattamenti sui cani: l'Enpa scrive alla d’Urso e interviene Rita Dalla Chiesa
Video

Grande Fratello, Filippo e i maltrattamenti sui cani: l'Enpa scrive alla d’Urso e interviene Rita Dalla Chiesa

  • Vasco Rossi: "Le cose fatele bene, altrimenti non fate nulla"

    Vasco Rossi: "Le cose fatele bene,...

  • «Ci baciamo?»: ecco cosa ha sussurrato il Principe Harry a Meghan durante le nozze

    «Ci baciamo?»: ecco cosa ha...

  • Nadia Toffa ancora assente dalle Iene: le sue ultime immagini in tv e le sue condizioni di salute

    Nadia Toffa ancora assente dalle Iene: ecco...

  • Alessia Marcuzzi mamma detective: «Mio figlio? Con una App so esattamente dove si trova»

    Alessia Marcuzzi mamma detective: «Mio...

  • Joe Cocker il 20 maggio avrebbe compiuto 74 anni

    Joe Cocker il 20 maggio avrebbe compiuto 74...

  • Pupo: «Ai reality? Finchè non avrò bisogno di soldi non ci andrò mai»

    Pupo: «Ai reality? Finchè non...

  • Enzo Tortora ci lasciava 30 anni fa

    Enzo Tortora ci lasciava 30 anni fa

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA