ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, è la prima domenica del mese: musei e mostre gratuiti. Ecco dove andare

Roma, è la prima domenica del mese: musei e mostre gratuiti. Ecco dove andare

Anche il primo luglio, come tutte le prime domeniche del mese, l'ingresso a tutti i musei civici e alle mostre in programma in questi spazi sarà gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana con una ricca offerta culturale promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l'organizzazione di Zètema Progetto Cultura. E come prima domenica del mese, il percorso di visita nell'area dei Fori Imperiali sarà aperto al pubblico gratuitamente dalle 8.30 alle 19.15, con l'ultimo ingresso alle 18.15. L'apertura straordinaria prevede l'ingresso alla Colonna di Traiano e, dopo il percorso con passerella attraverso i Fori di Traiano e di Cesare, la prosecuzione attraverso il breve camminamento nel Foro di Nerva, che permette di accedere al Foro Romano mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato. Questa domenica sarà l'occasione per visitare gratuitamente le collezioni permanenti dei Musei e le mostre temporanee in corso tra cui I Papi dei Concili dell'era moderna.

Arte, Storia, Religiosità e Cultura ai Musei Capitolini, la mostra sull'imperatore Traiano in occasione dei 1900 anni dalla sua morte ai Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali (Traiano. Costruire l'Impero, creare l'Europa) e, al Museo di Roma in Trastevere, Dreamers. 1968: come eravamo, come saremo, un racconto per immagini e video del Paese di quegli anni. Inoltre, Roma città moderna. Da Nathan al Sessantotto alla Galleria d'Arte Moderna di via Crispi, una rassegna unica che ripercorre le correnti artistiche protagoniste del '900 con in primo piano la città di Roma. Da non perdere la mostra Duilio Cambellotti. Mito, sogno e realtà ai Musei di Villa Torlonia e Walls. Le Mura di Roma. Fotografie di Andrea Jemolo al Museo dell'Ara Pacis. Resta a pagamento la mostra Canaletto 1697-1768 al Museo di Roma, che celebra il 250° anniversario della morte del grande pittore veneziano presentando il più grande nucleo di opere di sua mano mai esposto in Italia, 68 tra dipinti, disegni e documenti, inclusi alcuni celebri capolavori. Lo rende noto, in un comunicato, il Comune di Roma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 26 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 03-07-2018 19:14

Nino D'Angelo: «I neomelodici? Li ho inventati io»
Video

Nino D'Angelo: «I neomelodici? Li ho inventati io»

  • Alex Britti: «E ora sogno di suonare con Sting»

    Alex Britti: «E ora sogno di suonare...

  • Le dichiarazioni del Pirata Johnny Depp: «I love Rome»

    Le dichiarazioni del Pirata Johnny Depp:...

  • Bob Sinclar a Roma: "Io un'icona? Solo solo un dj..."

    Bob Sinclar a Roma: "Io un'icona?...

  • Alda D’Eusanio contro la Rai: «Hanno fatto di me carne di porco»

    Alda D’Eusanio contro la Rai:...

  • Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste nella top ten

    Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste...

  • Simona Ventura: «Se fossi nata uomo sarei direttore generale della Rai»

    Simona Ventura: «Se fossi nata uomo...

  • Björk annulla il concerto a Roma

    Björk annulla il concerto a Roma

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA