ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Storia dell'omosessualità: nasce la prima cattedra all'università di Torino

Un gay pride

La prima cattedra in storia dell'omosessualità nasce all' Università di Torino. Attivata per l'anno accademico 2017/2018 per il corso di laurea in Dams (Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo nel Dipartimento di Studi Umanistici) sarà disponibile come esame ascelta per l'intero Ateneo.

Il corso propone una storia culturale dell'omosessualità che ne ricostruisce le trasformazioni in età contemporanea, dalla fine del XVIII secolo ai nostri giorni, tra Europa e Stati Uniti. Si concentrerà, in particolare, sulla produzione culturale legata ai movimenti di liberazione omosessuale e più in generale all'attivismo LGBT+ e queer.

Promotore del corso Antonio Pizzo, docente di storia dello spettacolo. A Maya De Leo è stata affidata la docenza a
contratto in Storia dell'Omosessualità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 24 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 25-10-2017 16:26

Che fine ha fatto Marco Mengoni? Ecco perché da un po' non si hanno sue notizie
Video

Che fine ha fatto Marco Mengoni? Ecco perché da un po' non si hanno sue notizie

  • Fabrizio Frizzi, l'omaggio di Amadeus in diretta. Anche Rita Dalla Chiesa si commuove

    Fabrizio Frizzi, l'omaggio di Amadeus in...

  • Fabrizio Corona e la battuta su Selvaggia Lucarelli: «Vuole il mio corpo ma non glielo do»

    Fabrizio Corona e la battuta su Selvaggia...

  • Luisa Corna scomparsa dalla tv, che fine ha fatto? Ecco cosa fa per vivere oggi

    Luisa Corna scomparsa dalla tv, che fine ha...

  • Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste nella top ten

    Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste...

  • Simona Ventura: «Se fossi nata uomo sarei direttore generale della Rai»

    Simona Ventura: «Se fossi nata uomo...

  • Mondiali, Robbie Williams rischia grosso dopo il gestaccio: ecco cosa potrebbe accadergli in Russia

    Robbie Williams rischia grosso dopo il...

  • Laura Forgia e l'addio a “I Fatti Vostri”: perché lascia e chi la sostituisce

    Laura Forgia e l'addio a “I Fatti...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-11-09 09:10:20
ci mancava soltanto la cattedra per completare l'opera disgregante della normalità e l'introduzione sottile e penetrante nella mente della gioventù che la normalità non esiste.Povera italia e povero occidente.
2017-11-10 17:28:53
come normalita' non ti bastano gli spada e i papa'-nonni violentatori dei figli -nipoti?

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA