ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

"Parts of life": arriva il nuovo disco del re della techno, Paul Kalkbrenner

Paul Kalkbrenner

È profondamente personale il ritorno di Paul Kalkbrenner con il disco Parts of Life, in
arrivo il 18 maggio. Se la superstar tedesca dell'elettronica si era fatta conoscere al grande pubblico dieci anni fa con la versione romanzata di un dj-producer nel film Berlin Calling e la colonna sonora doppio-platino dello stesso, ora Kalkbrenner si mostra per quello che è, e ricostruisce non più il passato
della techno come in Back to the Future, ma il proprio.
 

 


Sono le "parti della vita" riversate in un disco che gioca con gli equilibri tra opposti e dipinge una personalità
tumultuosa con onde quadre ronzanti accanto a bassi ovattati, casse dritte accanto a sincopi, organi elettrici accanto a tracce vocali house. Quest'ultimo, in particolare, è il caso di Part Six, uno dei tre brani che hanno anticipato l'uscita dell'album, insieme con Part Three e Part Eight. I singoli sono stati accompagnati da tre video, uniti da un concept estetico: Kalkbrenner è ripreso alla console mentre suona la traccia, completamente da solo, in grandi spazi vuoti, come un'arena indoor, o l'area del festival Tomorrowland. Una solitudine accentuata dal bianco e nero, in contrasto con l'immagine del concerto tra folle oceaniche, ma che più di suggerire desolazione è un momento di introspezione.

Il risultato è un viaggio a tappe nella coscienza e nel ricordo di Kalkbrenner, tra tastiere gotiche e pianoforti (Part four), beat techno ansimanti sopra sample di reminiscenza soul (Part two) e romanticismo digitale (Part ten). Un mosaico dagli elementi disparati - i titoli delle tracce corrispondono non a caso solo all'ordine di lavorazione - che pare riflettersi nella copertina, un dipinto realizzato dallo zio di Kalkbrenner, Paul Eisel: una natura morta che accosta simboli dell'infanzia come una macchinina, sogni come la maschera di un pilota, oggetti contemporanei come uno smartphone, ricordi come la tromba che Kalkbrenner studiò, gli indizi insomma di un
resoconto autobiografico disperso tra le note.

Paul Kalkbrenner sarà in Italia per tre date: agli I-Days 2018 di Milano nello stesso giorno di Noel Gallagher e dei Placebo (23 giugno, Area Expo), al Decibel Open Air di Firenze (24 giugno, Visarno Arena) e all'Etes Arena Flegrea di Napoli (30 giugno).


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 15 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:14

Aretha Franklin, la voce di una meraviglia della natura
Video

Aretha Franklin, la voce di una meraviglia della natura

  • Piazza San Cosimato, l'ultima notte del Cinema America

    Piazza San Cosimato, l'ultima notte del...

  • Che fine hanno fatto Tullio Solenghi e Massimo Lopez dopo la morte di Anna Marchesini?

    Che fine hanno fatto Tullio Solenghi e...

  • Nino D'Angelo: «I neomelodici? Li ho inventati io»

    Nino D'Angelo: «I neomelodici? Li...

  • Alex Britti: «E ora sogno di suonare con Sting»

    Alex Britti: «E ora sogno di suonare...

  • Le dichiarazioni del Pirata Johnny Depp: «I love Rome»

    Le dichiarazioni del Pirata Johnny Depp:...

  • Bob Sinclar a Roma: "Io un'icona? Solo solo un dj..."

    Bob Sinclar a Roma: "Io un'icona?...

  • L'INCREDIBILE VIAGGIO DEL FACHIRO | Trailer Italiano - Ken Scott

    L'INCREDIBILE VIAGGIO DEL FACHIRO |...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA