ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Il mito della Fenice rivive nelle opere esposte allo Yunus Emre a Roma

Il mito della Fenice rivive nelle opere esposte allo Yunus Emre a Roma

«Tutto quello che ho realizzato è frutto dell’amore». Con queste parole ha presentato le sue opere l’artista turca Yeşim Yıldız Kalaycıoğlu durante l’inaugurazione della mostra di incisioni “La Fenice”, (Anka Kuşu in turco), ospitata all’Istituto “Yunus Emre” di Roma.

Nata a Istanbul nel 1964, Yesim ha studiato presso il Dipartimento di restauro dell’università Yildiz e dopo aver lavorato nelle diverse arti quali l’ebru (un tipo di marmorizzazione), il vetro colorato, il mosaico, il manoscritto miniato e la pittura decorativa, nel 2004 ha iniziato la sua formazione, che è durata 12 anni, nella pittura e nell’incisione nel laboratorio del maestro incisore Gungor Iblikçi, tra i cinque più grandi maestri incisori al mondo.

Yeşim Yıldız Kalaycıoğlu è oggi una degli artisti contemporanei che conserva l’arte dell’incisione iniziata con le attività delle comunità straniere arrivate in Turchia in particolare nel XVIII secolo. Le dodici opere presenti alla mostra evocano i significati profondi della Fenice legati alla rinascita. «Nel mito della Fenice, ogni uccello è un viandante del cammino della verità e la Fenice è l’obiettivo finale di questo viaggio di conoscenza. In questo viaggio interiore, ho cercato, per quanto possibile, di mettere a confronto la bellezza magica, il fascino e la magnificenza della rinascita con l’essenza divina dell’uomo attraverso tecniche dell’arte dell’incisione illimitate che spingono oltre i confini e che richiedono una pazienza senza limiti. Mi auguro che queste opere lascino in coloro che guardano un incanto che attira verso i misteri del viaggio della Fenice».

«E’ la prima volta che l’istituto Yuns Emre accoglie un’artista di incisione», ha detto Sevim Aktaş, la direttrice dell’istituto, e credo sia molto importante dare spazio a un tema così evocativo poiché la Fenice ha una dimensione universale in tutto il mondo ed è molto importante in termini di valori umani comuni. La speranza e la tenacia, simboleggiate dalla Fenice, sono i due sentimenti più importanti che rendono la vita significativa per tutta l’umanità. Tutto questo è espresso nelle preziose opere di Yeşim Yıldız Kalaycıoğlu. La mostra rimarrà esposta all’Istituto Yunus Emre di Roma fino al 7 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:54

Luisa Corna scomparsa dalla tv, che fine ha fatto? Ecco cosa fa oggi
Video

Luisa Corna scomparsa dalla tv, che fine ha fatto? Ecco cosa fa oggi

  • Simona Ventura: «Se fossi nata uomo sarei direttore generale della Rai»

    Simona Ventura: «Se fossi nata uomo...

  • Mondiali, Robbie Williams rischia grosso dopo il gestaccio: ecco cosa potrebbe accadergli in Russia

    Robbie Williams rischia grosso dopo il...

  • Laura Forgia e l'addio a “I Fatti Vostri”: perché lascia e chi la sostituisce

    Laura Forgia e l'addio a “I Fatti...

  • Asia Argento, alle audizioni di X Factor il giorno dopo il suicidio del suo compagno Bourdain

    Asia Argento, alle audizioni di X Factor il...

  • Vasco Rossi allo Stadio OIimpico, la festa dei fan inizia nel pomeriggio

    Vasco Rossi allo Stadio OIimpico, la festa...

  • Asia Argento alle audizioni di X Factor il giorno dopo la morte del compagno

    Asia Argento alle audizioni di X Factor il...

  • Il "gladiatore" Russell Crowe al Circo Massimo

    Il "gladiatore" Russell Crowe al...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA