ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

“The Rome Celtic Festival”“
storiche band al Parco Schuster

I Dublin Legends

L’11 Luglio al Parco Schuster di Roma sbarca il suggestivo e intramontabile fascino della musica celtica in un festival, “The Rome Celtic Festival - Here comes the Dubliners”, che vedrà sul palco la band leggenda della scena folk mondiale e della musica irlandese: i “Dublin Legends”. Oltre a loro, protagonisti del festival romano, saranno anche gli “Hurry up”, i “LyraDanz”, i “Mortimer McGrave” e i ragazzi della “Rois - Rome Irish Scottish Dance School”. Dopo tanti anni passati on the road, macinando migliaia di concerti con i “The Dubliners”, Thomas ÒBrien, John ÒConnor, Paul Watchorn e John Cannon tornano in Italia calcando il palco di Parco Schuster per un’ora e mezza di “Wild Rover”, “Irish Rover”, “Seven Drunken Nights” e tanta altra musica, trasformando l’area verde nel più grande festival celtico della capitale tra birra, danze e cultura celtica in collaborazione con Musica Celtica Italia e Montelago Celtic Festival.

Un’inesauribile irrorazione di energia, un’emozionante esplosione di folklore celtico, una tangibile manifestazione del genio umano sono le garanzie offerte dagli autentici depositari della cultura musicale irlandese. La semplicità del prodotto musicale offerto data dalla sola presenza di voce, chitarre e violino è marchio di fabbrica delle leggende dublinesi, i cui brani sono conosciuti e amati in tutto il mondo. 

I “Dublin legends” non saranno però gli unici protagonisti del Rome Celtic Festival. Al loro fianco si esibiranno gli “Hurry up”, i “LyraDanz”, i “Mortimer McGrave” e i ragazzi della “ROIS Rome Irish Scottish Dance School”. Gli “Hurry Up” nascono nel giugno 2017 e imperniano il loro progetto musicale sulla tradizione irlandese e scozzese con sonorità moderne e qualche incursione nella musica popolare italiana. Il progetto “LyraDanz” prende vita invece dall’incontro di tre musicisti accomunati dalla passione per il folk e già affermati nel panorama della musica celtica, trad e da ballo, che quasi per sfida sperimentano l’utilizzo di strumenti inconsueti nel repertorio del bal folk, quali arpa o salterio ad arco, con la chitarra grande protagonista. I “Mortimer Mc Grave” presentano un repertorio di ballate e canzoni celtiche nello stile dei veri «bravehearts» offrendo temi tradizionali e presentando le loro composizioni originali. I loro concerti hanno fatto il giro d’Europa riempiendo ovunque piazze e festival facendo ballare anche i pubblici più composti. Infine, la ROIS Dance School, attiva sul territorio romano da più di dieci anni, condivide e diffonde la passione per la danza irlandese e scozzese all’interno del contesto culturale e sportivo di Roma e del Lazio. Il loro spettacolo si incentra sulla fusione artistica tra la danza irlandese e scozzese in stretto connubio con la valorizzazione della provenienza romana dei suoi interpreti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:35

L'intervista di Fedez: il suo commento "inaspettato" su Rovazzi e J Ax: cosa ha dichiarato
Video

L'intervista di Fedez: il suo commento "inaspettato" su Rovazzi e J Ax: cosa ha dichiarato

  • Domenica in, frecciatina di Mara Venier per Simona Ventura? L'indizio sospetto

    Domenica in, frecciatina di Mara Venier per...

  • Venezia75, i pronostici del pubblico: "Scontata vittoria di Cuaron con Roma"

    Venezia75, i pronostici del pubblico:...

  • B come sabato, Andrea Delogu e Gabriele Corsi all'esordio

    B come sabato, Andrea Delogu e Gabriele...

  • Cast da paura a Rainbow MagicLand: in 1.800 per diventare zombie nei giorni di Halloween

    Cast da paura a Rainbow MagicLand: in 1.800...

  • Tale e quale, al via l'ottava edizione

    Tale e quale, al via l'ottava edizione

  • Romolo+Giuly, la nuova serie firmata Fox: l'eterna battaglia fra Roma Nord e Roma Sud

    Romolo+Giuly, la nuova serie firmata Fox:...

  • Caterina Balivo presenta il suo "Vieni da me"

    Caterina Balivo presenta il suo "Vieni...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA