ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Mostre, a Roma l'artista pakistano più famoso: le opere di Amin Gulgee alla Galleria Arte Moderna

Mostre, a Roma l'artista pakistano più famoso: le opere di Amin Gulgee alla Galleria Arte Moderna

Roma - Amin Gulgee, uno dei più importanti artisti pakistani arriva alla Galleria d’Arte Moderna. Per la prima volta a Roma l’installazione “7” di questo artista che ha fatto della laicità e della poesia una forma d’arte. L'esibizione aprirà il 31 maggio e resterà aperta fino al 23 settembre.

L’artista parte da una frase in arabo, trascritta nella scrittura nakshi, intraducibile ma dal significato universale, dato che il riferimento è alla pace fra i popoli e all’amore umano. Gulgee divide la frase in sette parti, quelle del titolo, mediante delle leggerissime installazioni in bronzo, posate nel chiostro/giardino della GAM di via Crispi. La frase risulterà quindi scomposta e ripetuta più volte nell'installazione, come in una meditazione spirituale, senza essere però leggibile e diventando quindi segno universale.

Al di sotto della frase/segno sarà creato un tappeto di lettere di carbone e rame, non calpestabile, che ripete, sempre scomposta, la stessa frase, creando quindi una struttura metafisica di confronto fra verticali delle opere e orizzontale del tappeto, come metafora dell’alto e del basso, del cielo e della terra. Il giorno dell’inaugurazione in questo "spazio artistico” prenderà forma la performance ideata dallo stesso artista e il reading di poeti invitati dall’artista stesso a leggere loro poesie e scritti ispirati dal tema dell’opera.

I poeti - Lucianna Argentino, Italo Benedetti, Stella Cacciamani, Antonella Maria Carfora, Patrizia Chianese, Laura Colombo, Rossana Coratella, Francesco Del Ferro, Stefania Di Lino, Andrea Felice, Camelia Mirescu, Daniela Monosi, Angelo Palombini e Maria Grazia Savino – e il pubblico presente saranno invitati a scrivere, sempre partendo dalla frase in nakshi, dichiarazioni di pace e d'amore come segno potenziale di libertà degli spiriti uniti da uno stesso pensiero che diventa azione. Arte per tutti, quindi, e non solo privilegio di spiriti eletti.

Le frasi ideate saranno inserite in appositi contenitori e portate a Karachi, dove verranno lette dall’artista durante una grande performance pubblica: un collegamento ideale fra Europa e Asia, Roma e Karachi, città unite dal lavoro concettuale di Amin e dalle parole dei partecipanti dedicate all’amore e alla pace.

Amin Gulgee (1969) è un artista e performer di fama internazionale. Laureato a Yale inizia la sua carriera artistica realizzando ed esponendo le sue opere, oltre che in Pakistan, negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 24 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:10

Che fine ha fatto Marco Mengoni? Ecco perché da un po' non si hanno sue notizie
Video

Che fine ha fatto Marco Mengoni? Ecco perché da un po' non si hanno sue notizie

  • Fabrizio Frizzi, l'omaggio di Amadeus in diretta. Anche Rita Dalla Chiesa si commuove

    Fabrizio Frizzi, l'omaggio di Amadeus in...

  • Fabrizio Corona e la battuta su Selvaggia Lucarelli: «Vuole il mio corpo ma non glielo do»

    Fabrizio Corona e la battuta su Selvaggia...

  • Luisa Corna scomparsa dalla tv, che fine ha fatto? Ecco cosa fa per vivere oggi

    Luisa Corna scomparsa dalla tv, che fine ha...

  • Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste nella top ten

    Nessuno ferma i dinosauri, Dogman resiste...

  • Simona Ventura: «Se fossi nata uomo sarei direttore generale della Rai»

    Simona Ventura: «Se fossi nata uomo...

  • Mondiali, Robbie Williams rischia grosso dopo il gestaccio: ecco cosa potrebbe accadergli in Russia

    Robbie Williams rischia grosso dopo il...

  • Laura Forgia e l'addio a “I Fatti Vostri”: perché lascia e chi la sostituisce

    Laura Forgia e l'addio a “I Fatti...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-05-26 18:31:16
Quelle idiozie dette "arte" hanno influenzato anche i pakistani che già erano influenzati da altre idiozie.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA