ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, Contestaccio torna all'antico: band emergenti e attori romani

Contestaccio

Il Contestaccio è tornato alle origini. Dopo cinque anni di pausa, l'ideatore dello storico locale della Capitale ha ripreso la guida della mecca della musica live romana. Domenico Cicinelli si è rimpossessato delle redini del locale di via di Monte Testaccio e si accinge a combinarne delle belle come ai vecchi tempi. Chi non ricorda quando sul palco testaccino sono saliti artisti del calibro di  Niccolò Fabi, Tiromancino, Daniele Silvestri, Arisa, Mannarino, Giuliano Sangiorgi, Marco Conidi e l’Orchestraccia. Insomma la Roma che canta.

Al timone della direzione artistica un altro grande ritorno: Raffaele Vannoli alias Super Lello che in tanti ricorderanno come attore in "Ovosodo” di Paolo Virzì, “L’odore della notte” di Claudio Caligari e “In nome del figlio” di Francesca Archibugi. E' lui la mente artistica:un ruolo che cura con attenzione e meticolosità cercando di raggiungere la giusta sinergia tra quello che è stato da sempre il corpus del “Conte”, ovvero dare la possibilità sia alle band giàconosciute sia a quelle che sconosciute, di potersi esibire davanti ad un pubblico in carne e ossa di amanti della musica.

"Ogni sera si esibiranno quattro band emergenti - spiega SuperLello - Ma ci sarà anche l’evento “Bum Bum ciak. La rassegna dei cantattori”, al quale partecipano ogni giovedì i grandi nomi dello spettacolo come Giorgio Tirabassi, Marco Cocci, Edoardo Pesce, Adamo Dionisi dando vita a momenti di spettacolo a trecentosessanta gradi alternando alle canzoni delle pause in cui, intonato alla perfezione, è il teatro ad entrare in scena". Il Contestaccio cosi, nella nuova seppur storica gestione, tiene stretta la sua tradizione ma al contempo non rinuncia a sperimentare, a rimanere a ritmo con i tempi, arricchendo il suo calendario di tantissimi eventi.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:14

Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»
Video

Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»

  • Prince il giorno prima di morire, la star in un video diffuso dalla polizia

    Prince il giorno prima di morire: la star in...

  • Cremonini per la prima volta negli stadi: «Il coraggio di essere liberi e felici»

    Cremonini per la prima volta negli stadi:...

  • Grande Fratello, l'audio che incastra Veronica Satti: «C'è un cellulare nella Casa»

    Grande Fratello, l'audio che incastra...

  • Alessia Marcuzzi svela chi avrebbe dovuto vincere L'Isola dei Famosi: le sue dichiarazioni pungenti

    Alessia Marcuzzi: «Ecco chi avrebbe...

  • Grande Fratello, il Ken umano senza capelli: l'incredibile trasformazione di Angelo Sanzio

    Il Ken umano senza capelli:...

  • David Copperfield, svelato il trucco più famoso: spettatore chiede risarcimento

    David Copperfield, svelato il trucco...

  • «Mia madre non voleva che piangessi al funerale di papà»: De Filippi spiazza il pubblico con queste parole

    Maria De Filippi: «Mia madre non...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-03-15 18:23:48
Ma che si paga pure il biglietto? Meglio lavorare o a pranzo dalla suocera.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA