ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Sanremo, record dal 1999: 51,6% di share, la Rai "corteggia" Hunziker e Favino: «Venite da noi»

Sanremo, record dal 1999: 51,6%
Baglioni: «Stanchi ma felici»
E la Rai "corteggia" Michelle

La terza serata del Festival di Sanremo di Claudio Baglioni ha ottenuto in media 10 milioni 825 mila spettatori con il 51.60%. Un risultato eccellente, che migliora anche gli ascolti dell'anno scorso, quando la terza serata del festival di Carlo Conti e Maria de Filippi, dedicata alle cover dei successi del passato (tra gli appuntamenti più amati di Sanremo), aveva fatto registrare una media di 10 milioni 421 mila spettatori, pari al 49.68%. 

La prima parte della terza serata del festival ha avuto 12 milioni 657 mila spettatori con il 51.1%, la seconda 6 milioni 142 mila con il 54.4%. Nel 2017 la terza serata del festival aveva ottenuto 12 milioni 816 mila spettatori con il 49.10% di share, la seconda 5 milioni 447 mila con il 48.80%.


Un risultato da record. Bisogna risalire infatti al 1999, al festival condotto da Fabio Fazio con Renato Dulbecco e Laetitia Casta, per trovare un risultato più alto (53.94%).

«Ieri dopo la puntata abbiamo fatto un balletto tribale e un brindisi alla lampedusana, perché eravamo davvero contenti della serata», rivela Claudio Baglioni. Il direttore artistico si è detto particolarmente soddisfatto perché «ci è sembrato che anche i concorrenti e i giovani abbiamo dato un'ottima prestazione di quello che stanno portando al festival». La stanchezza si fa sentire («Siamo un pò provati perché abbiamo fatto tardi e cominciamo a cedere in brillantezza», ammette il direttore artistico), ma l'adrenalina prevale: «Speriamo di ritrovarla appena parte la sigla di Eurovisione stasera», dice.

E sulla presenza stasera di Salvini al Festival, il presidente della liguria Giovanni Toti precisa: «Ho invitato la Isoardi che fa un programma sulla Rai e segue Sanremo, lui è il suo compagno e viene con lei. Che la presenza di un leader politico in platea possa influenzare il voto degli italiani è un argomento un po' sopravvalutato».

La rai corteggia Michelle «Spero che vengano immediatamente tutti e due a fare tv in Rai»: il direttore di Rai1, Angelo Teodoli, approfitta della conferenza stampa del festival di Sanremo per lanciare una proposta a Michelle Hunziker e Piefrancesco Favino, che stanno dando eccellente prova di sé sul palco dell'Arisotn. «Mi sto trovando benissimo, il festival è un'esperienza stupenda: ovviamente la Rai, quando parli di grandi show, di storia, di palchi come questi, è fenomenale, è un grande onore essere qua», risponde Michelle.

«Ma sono sotto contratto con Mediaset e sono fiera e orgogliosa di essere un personaggio di un'azienda che mi ha fatto crescere, mi ha dato tante possibilità in questi anni e alla quale sono molto grata. Speriamo in futuro di poter fare altre collaborazioni con la Rai e che ci siano altre concessioni», sottolinea la showgirl, che nella prossima stagione debutterà con uno show tutto suo su Canale5. Teodoli allora 'ci provà con Favino: «Ti interessa la televisione? Sarebbe un vero piacere per noi averti». E l'attore dribbla la domanda intonando 'Porta Portesè, imitando Baglioni nei panni del replicante 'BaglionOnè.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:48

Compie 37 anni Ermal Meta, il re di Sanremo
Video

Compie 37 anni Ermal Meta, il re di Sanremo

  • Mario Biondi: «Dopo Sanremo vi porto in Brasil»

    Mario Biondi: «Dopo Sanremo vi porto...

  • Ultimo ospite al Messaggero Tv: il backstage

    Ultimo ospite al Messaggero Tv: il backstage

  • Sanremo cattivi, i look più brutti, dalla Clerici alla Zilli, all'Ariston è carnevale

    I look più brutti, dalla Clerici a...

  • Sanremo, giallo sul "gnigni": «Non era Favino sul palco ma neanche Fru»: i The Jackal svelano la verità

    «Non era Favino sul palco ma neanche...

  • Sanremo, promossi e bocciati: il Festival lo vince Baglioni e l'amicizia di Hunziker e Favino

    Vince Baglioni e l'amicizia di Hunziker...

  • Sanremo, aal farfallino di Baglioni agli operai di Pomigliano: i 5 momenti imperdibili della finale

    Dal farfallino di Baglioni agli operai di...

  • Sanremo a casa del Piotta: «Il prossimo Festival? Lo famo al Circo Massimo»

    La finale con il...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-02-09 10:42:46
share al 51,6%. ci accontentiamo veramente di poco. Queste significa che al di fuori di questo spettacolo "nulla" la RAI offre veramente poco.
2018-02-09 12:27:38
A parte Alberto Angela l'aspetto culturale in RAI non esiste, bisogna, volendo, cercare RAI Storia ma con molta fatica; Sanremo è solo business con canzoni senza nessun futuro spacciato per cultura, senza contare che nei giorni della manifestazione si fa bruciato intorno per cui se vuoi vedere qualcosa in tv ti devi beccare Sanremo, io ne faccio a meno.
2018-02-09 14:30:39
Semmai sono le altre TV che a forza di reality, di "Strisce delle feste eleganti", di talent STUCCHEVOLI ecc.. non offrono praticamente niente. La Rai poi deve fare concorrenza agli ALTRI, non a se stessa. Quello che dici non ha alcun senso, ne televisivo ne logico.
2018-02-09 15:41:53
Il 51 per % non e stato un grande successo, da considerare che 20 anni fa i possessori delle TV erano molto di meno rispetto a oggi, quindi il record non va a Baglioni, ma il record va alla presenza delle Tv in possesso degli italiane , quindi il 51 % degli ascolti e' il minimo che si poteva notare .
2018-02-09 16:10:53
I tre santifichiamoli subito: sono degli eroi. Per quanto mi riguarda non ho guardato la tv, visto che anche quelle a pagamento trasmettono i film del grande Totò e dintorni, con tutto il rispetto del grande comico.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA