ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Sanremo, Favino e il monologo sui migranti emozionano l'Ariston

Favino e il monologo sui migranti
emozioni all'Ariston Video

Piefrancesco Favino sveste i panni del conduttore e torna a fare quello che gli riesce meglio: l'attore. Porta sul
palco dell'Ariston un brano da "La notte poco prima della foresta" di Bernard-Marie Koltès, storia di estraneità e di esclusione, appena andata in scena all'Ambra Jovinelli di Roma.

Un pezzo che l'attore, in un crescendo di pathos, recita con le lacrime agli occhi. Sul finale entrano in scena Fiorella
Mannoia e Claudio Baglioni, che intonano insieme Mio fratelloche guardi il mondo di Ivano Fossati. E la commozione contagia anche Baglioni.


 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:59

Compie 37 anni Ermal Meta, il re di Sanremo
Video

Compie 37 anni Ermal Meta, il re di Sanremo

  • Mario Biondi: «Dopo Sanremo vi porto in Brasil»

    Mario Biondi: «Dopo Sanremo vi porto...

  • Ultimo ospite al Messaggero Tv: il backstage

    Ultimo ospite al Messaggero Tv: il backstage

  • Sanremo cattivi, i look più brutti, dalla Clerici alla Zilli, all'Ariston è carnevale

    I look più brutti, dalla Clerici a...

  • Sanremo, giallo sul "gnigni": «Non era Favino sul palco ma neanche Fru»: i The Jackal svelano la verità

    «Non era Favino sul palco ma neanche...

  • Sanremo, promossi e bocciati: il Festival lo vince Baglioni e l'amicizia di Hunziker e Favino

    Vince Baglioni e l'amicizia di Hunziker...

  • Sanremo, aal farfallino di Baglioni agli operai di Pomigliano: i 5 momenti imperdibili della finale

    Dal farfallino di Baglioni agli operai di...

  • Sanremo a casa del Piotta: «Il prossimo Festival? Lo famo al Circo Massimo»

    La finale con il...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-02-11 12:37:14
Complimenti questo è un pezzo da oscar o almeno da nobel peace price!....Grazie Favino we love you too!...
2018-02-11 12:40:58
Questa immigrazione ce la devono far ingoiare a forza, in tutte le salse, capisco nelle chiese, in contesti di una politica filo-governativa,negli avvenimenti sportivi, nel cinema,nei concerti,nei teatri,ma adesso pure al festival di San Remo ?? Il festival e' di tutti gli italiani,sia di chi si dichiara a favore, ma anche di chi e' contrario.Mi chiedo come mai sono sempre gli stessi protagonisti radical-chic,mi e' bastato l'esempio di bertinotti con la Erre moscia e il pullover di cachemire,che infervorava gli operai in tuta, che fanno i predicozzi alla gente comune, allo spettatore periferico o di borgata, senza rendersi conto che sta su queste persone il fardello di cui si riempiono la bocca, ma che sono altri a sopportare e a farsiene carico.
2018-02-11 13:08:13
un bel monologo sui migranti, politicamente corretto, fatto da chi è lontano dalla realtà quotidiana, infatti, in tutte le serate del festival non si è mai parlato della piaga sociale dei nostri tempi : LA DROGA, dietro ogni rato commesso c'è lei , direttamente o indirettamente, senza droga Pamela sarebbe ancora viva, tutti i "big" se ne disinteressano, forse perchè ne fanno uso?
2018-02-11 13:48:04
Emozioni negative!!! Non sono migranti ma invasori, se ne debbono andare!!!!
2018-02-11 13:58:31
favino è un attore bravissimo,ma il festival orrendo,speriamo di vederlo in un prossimo e in un programma degno della sua bravura

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA