ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Michele La Ginestra e "M'accompagno da me": «Che emozione tornare al Sistina dopo 16 anni»

(Foto di Francesco Toiati)

Quello al Sistina è un ritorno a tutti gli effetti, per Michele La Ginestra. Ed è un ritorno in grande stile. «Sedici anni fa - racconta il comico romano a Messaggero Tv - per la prima volta calcai quel palcoscenico con "Rugantino". Fu un'emozione incredibile. E oggi è una gioia immensa tornare con un mio spettacolo, un vero "one-man-show"» dove, per dirla semplice, "M'accompagno da me".
 

 

Uno spettacolo che sarà in scena fino al 21 maggio e che non è solo un ritorno artistico, ma anche personale: è ambientato in carcere e in un'aula giudiziaria. «Sì ma chiariamo: il mio passato galeotto non c'entra niente», scherza La Ginestra, che poi racconta: «Ho studiato giurisprundenza, e ho fatto anche l'esame di avvocato». E allora come si passa dall'aula del tribunale al palcoscenico? «L'ho fatto proprio per scrivere uno spettacolo come questo - ride - così ci ho messo un sacco di termini che anche gli avvocati presenti in sala avrebbero apprezzato. In verità, mi piaceva raccontare la realtà del carcere, che è molto complessa e offre diversi spunti di riflessione. Ma questo resta comunque uno show leggero in cui, prima di tutto, si ride». Ma più che un ritorno, lo spettacolo è un vero via vai dei personaggi più diversi e improbabili, che formano tutti il vasto repertorio teatrale e televisivo di La Ginestra. Il tutto, con la regia di Roberto Ciufoli, «che l'ha reso proprio un goiellino».

Nello show però non si ride a basta, ci si commuove anche. Come ha fatto lo stesso Michele in occasione della prima, il 16 maggio: «Ho ripensato al mio percorso. A Pier Francesco Pingitore, che da "Beato tra le donne" mi ha scoperto e mi ha permesso di fare questo mestiere. E a Pietro Garinei, che mi portò al Sistina la prima volta. Ma alla fine, quello che conta di più per me non è la carriera, è avere il mio pubblico, affezionato, che mi segue. È la soddisfazione più grande».
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 22-05-2017 17:12

Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»
Video

Il rapper Jesto: «Ho una storia disonesta, come mio papà»

  • Prince il giorno prima di morire, la star in un video diffuso dalla polizia

    Prince il giorno prima di morire: la star in...

  • Cremonini per la prima volta negli stadi: «Il coraggio di essere liberi e felici»

    Cremonini per la prima volta negli stadi:...

  • Grande Fratello, l'audio che incastra Veronica Satti: «C'è un cellulare nella Casa»

    Grande Fratello, l'audio che incastra...

  • Alessia Marcuzzi svela chi avrebbe dovuto vincere L'Isola dei Famosi: le sue dichiarazioni pungenti

    Alessia Marcuzzi: «Ecco chi avrebbe...

  • Grande Fratello, il Ken umano senza capelli: l'incredibile trasformazione di Angelo Sanzio

    Il Ken umano senza capelli:...

  • David Copperfield, svelato il trucco più famoso: spettatore chiede risarcimento

    David Copperfield, svelato il trucco...

  • «Mia madre non voleva che piangessi al funerale di papà»: De Filippi spiazza il pubblico con queste parole

    Maria De Filippi: «Mia madre non...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA