ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Selvaggia Lucarelli condannata per aver diffamato Barbara D'Urso sui social

Selvaggia Lucarelli condannata per aver diffamato Barbara D'Urso sui social

Selvaggia Lucarelli è «colpevole del reato di diffamazione aggravata ai danni di Barbara D'Urso, per un post pubblicato nel 2014 su alcuni social network (twitter e Instagram) in cui la blogger - commentando un'intervista resa dalla d'Urso a Daria Bignardi - aveva affermato: 'l'applauso del pubblico delle Invasioni alla d'Urso ricordava più o meno quello alla bara di Priebkè». Lo ha stabilito ieri il tribunale di Milano, sezione X penale, in composizione monocratica, nella persona del giudice dott. La Rocca. Lo fa sapere in una nota il legale della D'Urso. «Il tweet, ultimo di una serie di commenti al vetriolo e sovente di pessimo gusto - afferma il legale della conduttrice di Canale 5, Salvatore Pino - aveva indotto Barbara d'Urso a sporgere una querela che, dopo le indagini svolte dal pm dott. Gobbis, aveva portato la Lucarelli a giudizio.

Nel corso del processo l'imputata si è sempre rifiutata di porgere le proprie scuse alla persona offesa. Barbara d'Urso aveva evidenziato come il commento della Lucarelli fosse gratuitamente offensivo, basato su fatti falsi e manifestamente incontinente, travalicando i limiti della libera manifestazione del pensiero per ledere direttamente l'altrui reputazione». «Al termine del processo, il tribunale, accogliendo le richieste della parte civile, ha riconosciuto l'esistenza della contestata diffamazione aggravata ed ha pertanto condannato Selvaggia Lucarelli alla pena di 700,00 euro di multa, oltre al risarcimento del danno e alla rifusione delle spese legali sostenute dalla persona offesa. Il giudice - rileva ancora il legale di Barbara D'Urso - ha dunque colto la falsità del fatto posto alla base dell'affermazione offensiva (»l'applauso di cui trattasi era obiettivamente caloroso«) e la conseguente gratuità e strumentalità dell'attacco della Lucarelli». Le motivazioni saranno pubblicate tra 30 giorni. Barbara d'Urso, conclude la nota, «devolverà il risarcimento ad una delle battaglie sociali che le stanno più a cuore, quella contro la violenza sulle donne».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 29 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:11

Simona Ventura non lascia speranze alla Lecciso: ecco cosa c'è tra Al Bano e Romina
Video

Simona Ventura non lascia speranze alla Lecciso: ecco cosa c'è tra Al Bano e Romina

  • «Scherziamo?», Francesco Monte attacca il GF, la sua reazione dopo quel gesto di Matteo Gentili

    «Scherziamo?», Francesco Monte...

  • Addio ad Alessandro Greco? Rivoluzione in Rai, ecco chi arriverà al suo posto

    Addio ad Alessandro Greco? Rivoluzione in...

  • Grande Fratello, Filippo e i maltrattamenti sui cani: l'Enpa scrive a Barbara d’Urso e interviene Rita Dalla Chiesa

    Grande Fratello, Filippo e i maltrattamenti...

  • Vasco Rossi: "Le cose fatele bene, altrimenti non fate nulla"

    Vasco Rossi: "Le cose fatele bene,...

  • «Ci baciamo?»: ecco cosa ha sussurrato il Principe Harry a Meghan durante le nozze

    «Ci baciamo?»: ecco cosa ha...

  • Nadia Toffa ancora assente dalle Iene: le sue ultime immagini in tv e le sue condizioni di salute

    Nadia Toffa ancora assente dalle Iene: ecco...

  • Alessia Marcuzzi mamma detective: «Mio figlio? Con una App so esattamente dove si trova»

    Alessia Marcuzzi mamma detective: «Mio...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-11-29 10:26:23
Prima Michelle che lascia Eros perché vittima delle sette e del gabibbo...........poi la Satta che ci spiega quante volte lo fa, con chi, come e ogni quante ore e promuove le proprie privatezze sui social lanciando mode terrificanti e pericolose tra i teenager. E adesso queste due figure femminili TERRIFICANTI che distruggono la speranza che il genere femminile fosse quantomeno all'altezza. Aridatece la donna schiava zitta e lava......eh...eh...eh......se questo deve essere il risultato dell'emancipazione femminile. Poracce.
2017-11-29 15:21:21
Ricordano i film del neorealismo quando le donne se la davano di santa ragione strappandosi i capelli e strillando in romanesco, ciociaro e sudicio...
2017-11-29 17:36:51
so poracce
2017-11-30 06:53:32
il tribunale, accogliendo le richieste della parte civile, ha riconosciuto l'esistenza della contestata diffamazione aggravata ed ha pertanto condannato Selvaggia Lucarelli alla pena di 700,00 euro di multa, oltre al risarcimento del danno e alla rifusione delle spese legali sostenute dalla persona offesa". Ritengo comunque la cifra da risarcire per la diffamazione aggravata irrisoria e assolutamente inidonea a disarticolare questa pratica nefanda che si sta purtroppo instaurando con questi social.

CULTURA

CINEMA

TELEVISIONE

MUSICA